"Come se l'amore si potesse programmare" ...


Quanto sarebbe bello se l’amore si potesse “programmare” , se le emozioni si potessero provare quando se ne ha bisogno , quando davvero ci sarebbe bisogno di carezze sul viso , baci , emozioni pure da sentire su di se , per tornare a sperare , per continuare a ridere , a vivere felici anche se la felicità se ne è andata lontana , dal cuore e dal viso , persa nel tempo che è passata .
Piano , prende forma quella strana sensazione di “rassegnazione” nel vedere che non c’è quella felicità , quell’amore che si vorrebbe vivere , quella speranza intorno a se , quel silenzio e quelle frasi , quell’amore , quelle dolci carezze .
Cosa chiedo in fondo ? Chiedo un pò di amore , ma non c’è …

12 Commenti

  1. Giombino, io credo, anche se ne pago le conseguenze ogni giorno da molto tempo, che sia proprio il fatto che le belle sensazioni siano incontrollabili ed imprevedibili che le rende così uniche ed irripetibili. scusa se adesso ti faccio un esempio molto molto basso, e che forse in questo blog non è lecito citare, ma pensa al sesso: il piacere fisico te lo puoi procurare da solo, e ci sono certi periodi in cui lo fai spesso,e ogni volta ha meno significato. E ci sono quelle volte che capita con qualcuno, senza averlo programmato, senza averlo troppo desiderato. Non ti dico quale secondo me è la volta migliore, ma credo che concordi nella mia opinione. A presto.

Scrivi un commento