"Era forse meglio pure una credenza o un fritto di Paranza"


Non per parafrasare Silvestri ,
considerando che non si può non sottolineare che ormai c’è questa sorta di Paranza Mania : ormai la senti in tutti i negozi , la mettono nei locali , e devo dire che è abbastanza divertente , anche da ballare :-)

Sostanzialmente ,
di discorsi se ne fanno tanti : ne sento a milioni ogni giorno , fino quasi a riempirmi la testa , ma spesso li lascio scivolare piano piano , come se fosse indifferenza … Divento quasi una sorta di “Flanèur” : dicono che questo tipo di persone sia attraente , sia affascinante , proprio per la sua aria indifferente che lo caratterizza … L’idea del Flaneur era una delle idee di modernità secondo Simmel , e quasi quasi guardo a questa figura in direzione “moderna” . I moderni Flanèur sono coloro che , spinti all’indifferenza da ciò che vedono intorno , assumono quest’aria che tanto li rendono affascinanti …
… Troppi discorsi , troppe cose che non mi vanno , troppe cose che non mi stanno a genio .
Mi convinco decisamente che “era forse meglio pure una credenza o un fritto di Paranza”

Ne ho parlato in questi giorni con un amico , che spesso incontro su MSN .
Non faccio nomi , e non m’importa di farlo , tanto so che sta leggendo e capisce che sto parlando di lui .
Abbiamo avuto modo di confrontarci sulla nostra realtà , anche sulla mia , in relazione al passato che è stato , e da tanti discorsi , tanti ragionamenti , abbiamo capito che la falsità alberga nelle parole e nei falsi “modi di porsi” di certuni .

Ora si che si ha tempo , denaro , e che nessuno si lamenta per la “poca produttività” … Strano che quando le situazioni erano “contrarie” , c’era sempre qualcosa che non andava , c’era sempre la paura … Dal mio canto , resto fermo sulla mia ipotesi , che ribadisco qui nonostante ne abbia gia parlato con il mio amico , uno dei pochissimi che sa di tutte le mie vicende , forse perchè c’è passato pure lui …

Ma certuni fanno gli stronzi o lo sono naturalmente ? Questa domanda rimane …

[imported_video video_24]

5 Commenti

  1. David Maria Turoldo

    Per il mattino di Pasqua

    Io vorrei donare una cosa
    al Signore,
    ma non so che cosa.

    Andrò in giro per le strade
    e mi fermerò soprattutto
    coi bambini

    a giocare in periferia,
    e poi lascerò un fiore
    ad ogni finestra dei poveri
    e saluterò chiunque incontrerò
    per via.

    E poi suonerò con le mie mani
    le campane sulla torre.

    Andrò nel bosco questa notte
    e abbraccerò gli alberi
    e starò in ascolto dell’usignolo,
    quell’usignolo che canta
    sempre solo
    da mezzanotte all’alba.

    E poi andrò a lavarmi nel fiume
    e all’alba passerò sulle porte
    di tutti i miei fratelli
    e dirò a ogni casa: – Pace.!
    Felice e serena Pasqua a te;-)Nenè

    Angosce…odio le falsità Dan e ne sono circondata, faccio un vero macello per tentare di liberarmene!
    …Vorrei abitare più vicina a te, ne avremmo di cose da dire noi due a proposito(!)Sà

  2. Come mi piacerebbe riuscire a farli scivolare addosso certi discordi, ma io il brutto difetto di assorbire tutto e poi stare male anche per cose che non dovrebbero toccare. Come dico io…certe persone dovrebbero solo zittirsi per la gran quantità di stronzate e cattiverie che buttano fuori.
    Ti lascio i miei più sinceri auguri di buona Pasqua…ciao :D

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!