A volte bisognerebbe scappare dai nostri stessi pensieri...

A volte bisognerebbe scappare dai nostri stessi pensieri

A volte bisognerebbe scappare dai nostri stessi pensieri… Bisognerebbe correre via da quelle paure e da quel rimuginio che tanto ci opprime…

A volte bisognerebbe scappare dai nostri stessi pensieri… Bisognerebbe, semplicemente, andare via, scappare dal nostro stesso pensare, dalle nostre stesse paure e da quelle immagini che la nostra mente crea che, nella quasi totalità dei casi, sono solo reazione a scene che immaginiamo e che neppure esistono, che neppure hanno reale fondamento, ma che ci trafiggono con il loro incidere costante, come un rubinetto che perde una goccia, continuamente, che finisce con il depauperare quasi totalmente le tue forze fisiche e mentali!

Diamo la colpa agli altri, diciamo che sono gli altri ad essere brutti, sporchi e cattivi, ma non ci rendiamo conto che, a conti fatti, siamo solamente “vittime” di noi stessi, del nostro stesso pensare, del nostro stesso continuare a ripeterci che quelle scene che ci siamo immaginati avranno reale vita, accadranno davvero, succederanno, iniziando ad immaginare scene quasi apocalittiche che magari, a conti fatti, non accadranno neppure lontanamente!

Ed ecco che siamo noi a far del male a noi stessi, noi a non riuscire a stoppare i pensieri automatici e negatici he la nostra mente crea, come se avessimo inserito il cruise control ai pensieri, che viaggiano automaticamente e a velocità costante: se non siamo noi, per primi, a fermare questo eterno pensare, questo eterno rimuginare, questo eterno ripetere che le cose andranno in qualche maniera diversamente rispetto a quello che pensiamo, la nostra strada è quella del diventare completamente “unicum” di questi pensieri così negativi e brutti da digerire, quasi come se diventassimo noi stessi parte integrante del problema.

Dobbiamo forse ignorare un problema che, forse, esiste davvero? No di certo: dobbiamo solo dare “tempo al tempo”, e ragionare su fatti accaduti, e non su fatti eventuali che non sappiamo neppure se accadranno mai! A conti fatti, quindi, non serve scappare: serve affrontare, ma solo quando sarà il caso di farlo!

Scrivi un commento