Agire secondo l'altrui opinione : corretto modo di agire o azione "da evitare" ?

La mente umana , alle volte , è proprio strana , e si perde instrane congetture di pensiero e riflessione . In fondo , a chi non è mai capitato di trovarsi davanti ad un ipotetico "Cubo di Rubik" cerebrale , un rompicapo con se stessi e con i propri pensieri , con mille cose da pensare o riflettendo su come agire ?
Ma agire secondo le opinioni altrui , secondo i giudizi altrui , è corretto ?

Tante volte , spesse volte , sentiamo di persone che cambiano il loro modo di agire a seconda di come la pensano le persone . E’ difficile da spiegare , ma spesso la gente tende ad essere "diversa" a seconda di come i pensieri viaggino nelle loro menti , sopratutto se c’è in mezzo un importante fattore : le opinioni altrui .
Ecco che , quindi , per le altrui opinioni , ad esempio , si segue la moda : il pericolo di sentirsi "fuori moda" incombe sempre in una società che c’impone degli stereotipi ben precisi , e lungi dal pensare che l’altrui opinione ci additi come "fuori moda" , come persona che non segue l’onda del fashion !
Ma sempre per le altrui opinioni , in linea più generalista , tentando sempre di non banalizzare , si tende ad agire in diversi modi , sempre perchè siamo continunamente "bombardati" dall’opinione della gente , che può arrivare a plasmare i nostri modi di agire …

Per come la penso io , se davvero tutti agissimo soltanto in relazionea lle altrui opinioni , o soltanto perchè "le malelingue parlano" , di certo nessuno di noi sarebbe più sincero , ne con se stesso ne con gli altri ! Saremmo solo l’ombra di noi stessi , una falsa fotocopia che non ci somiglia e che si comporta come fosse mossa dai fili degli altrui giudizi … Forse uno scenario un pò troppo "apocalittico" , nel senso sociologico del termine , ma per strano che possa sembrare , esistono persone che agiscono in determinati modi , e compiono determinate scelte , solo per uniformarsi all’opinione altrui , anche solo per evitare le solite malelingue …
Personalmente , la vedo in maniera molto differente : se faccio una cosa , di certo , la faccio per me stesso , non certo per gli altri , credo ! Le altrui opinioni sono molto marginali , perchè la strada da compiere è la stessa , e in fondo c’è la nostra meta .

Nostra , appunto … Non delle malelingue !

18 Commenti

  1. Carissimo, ti ringrazio per il suggerimento che mi hai dato a proposito del blog che ho dedicato alla mia amica.
    Mi farebbe piacere, dopo che lo hai visitato, se anche tu mettessi il link nel tuo blog.
    Non vogliamo che questa grande artista venga dimenticata e bisogna quindi pubblicizzare questo suo spazio.
    C’è in pubblicazione la sua biografia e il maestro Riccardo Muti è uno dei primi che ha voluto lasciare un suo ricordo.
    Ti ringrazio e ti auguro buone ferie
    amicidigiusy.blogspot.com

  2. E’ vero, le opinioni, o meglio il giudizio degli altri troppo spesso rischia di condizionare le nostre scelte, costringendoci a rimanere fedeli non tanto a noi stessi, ma all’idea che gli altri si sono fatti di noi. E’ un rischio che ho capito di non voler correre, anche se la strada dell’affrancamento è più lunga e torutosa di quanto immaginassi, e che l’equilibrio sta nel mantenere l’umiltà di mettersi in discussione con intelligenza e senza perdere il coraggio di uscire fuori dal coro, se è questo che ci fa stare bene con noi stessi.

  3. parli sempre de ‘sta mala lingua… che è ‘a mafia? comunque la mia mente solo leggermente stupida ha pensato che potresti creare una pagina html contenente un iframe (o un frame) e il javascript del contatore… dentro l’iframe ci metti il blog… in tal modo il contatore “legge” l’indirizzo di tale pagina, che per esempio potrebbe essere ilgiomba.altervista.org/index.html… e tale comparirebbe nei motori di ricerca… che è una porcata ma meglio di niente. Sempre che, ovviamente, il blog non si arrabbia se lo inserisci dentro un iframe… Nel frattempo il blog continua a essere accessibile anche da blog.tiscali.it
    Vedo che sai come si fanno gli i-frames quindi… ciao, buon ferragosto

  4. ah… la foto del mio giochino preferito!!!

    sì giomba, e sono gli insicuri.. se non sei sicuro dei tuoi ideali credi di non sbagliare associandoti a quello che dicono gli altri.

    ora.. di chi è colpa se questa società crea degli insicuri chenon hanno il coraggio di avere ideali propri e idee loro?

    salutino

  5. Caro Daniele…giustamente (hai perfettamente ragione) basta con questo “stillicidio” che ci hanno creato e attaccato addosso…
    Basta con questo “bisogna fare questo piuttosto che quello”…basta ragionare con la testa di altri….
    Basta con queste “bambole” tutte uguali…
    Basta con i pensieri tutti uguali….
    E’ ora che ognuno di noi..impari a camminare sulle proprie gambe…per non nuocere agli altri..e soprattutto per non nuocere a noi stessi….
    E poi è così bello poter decidere..e poter pensare..senza farsi condizionare da chi crede di poter dare buoni consigli….

    Un caro bacio…a presto

    Luly

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!