Ancora sul DDL Ammazzablog : pausa di riflessione ?

Leggo e volentieri pubblico , dal sito http://www.tomshw.it/news.php?newsid=16123 :

"La criticata proposta di legge ammazza-blogger è stata ritirata"

Ricardo Franco Levi fa marcia indietro e cancella dalla sua proposta di legge il capitolo dedicato a internet, quello duramente contestato dai blogger.

Il giornalista e parlamentare, portavoce del governo ombra del Partito Democratico, cancellerà il capitolo su Internet dal progetto di legge sull’editoria di cui è autore. Levi ritiene utile una pausa di riflessione sulla proposta di legge ribattezzata "ammazzablogger" e duramente avversata dagli internauti. Il progetto riguarda l’intero comparto dell’editoria e venne presentato durante la passata legislatura per essere riproposto ora. "Sul progetto allora elaborato e che sto ora riproponendo al Parlamento – dice Levi – si stanno manifestando tra gli utenti di internet diffuse preoccupazioni. Si teme, in particolare, che vengano introdotte regole che limitino la semplicità dell’accesso alla rete e la libertà d’espressione che essa naturalmente permette. Si tratta di paure totalmente infondate. Ciononostante, penso che si possa serenamente convenire sull’utilità di un pausa di riflessione".

"Dal mondo – prosegue – ci arrivano, sempre più numerosi, i segnali di una rete che, senza perdere in libertà, trova le forme di una matura e condivisa responsabilità. Sono fiducioso che, a partire da questi segnali, sia possibile trovare un’intesa che consenta a tutti di trarre il meglio dalle opportunità offerte da internet".

"Per la vastissima consultazione e il grande lavoro di analisi e riflessione su cui è stato costruito – dice ancora Levi – considero il progetto di legge che ho depositato alla Camera una base preziosa per un confronto nel Parlamento e con gli operatori che porti finalmente a varare una organica riforma dell’editoria. Per queste ragioni, prima che il progetto di legge venga offerto alla discussione parlamentare in un testo definitivo, cancellerò dal testo il breve capitolo su internet. Discuteremo insieme se e come riempire quel vuoto".

Al momento , quindi , sembra esserci una situazione di "stallo" : tuttavia , siccome non siamo mai contenti , adesso le ire di alcuni si sono spostate verso una frase del Premier Berlusconi , che ha vagliato l’ipoesi di una "regolamentazione di Internet" .
Siccome non si era contenti di aver ottenuti già ottimi risultati con il DDL che per ora è fermo , in attesa di ulteriori riflessioni , adesso si comincia a prendere di mira le parole del Premier che , come sempre , basta che dica una frase e i soliti attacchi "di parte" cominciano a fioccare come la neve .

Se ero contrario al DDL Anti Blog , non mi sento di essere , almeno al momento , contrario alle frasi del Premier : sono dell’idea , infatti , che bisognerebbe riflettere prima di sparare a zero ! Su cosa ci si dovrebbe basare ? Solo su alcune frasi ? Al momento , quindi , non ho nulla di cui lamentarmi . Il DDL Anti Blog sarà rivalutato in positivo , e questo era l’importante . Sinceramente , quelli contro il Premier , mi sembrano i soliti attacchi "opposizionistici" , basati solo su una frase . Essù !
Se sarà il caso , ne riparleremo quando la proposta sarà vagliata e discussa , proprio come accadde con il DDL Anti Blog ma , al momento , non ci vedo niente di preoccupante , ma solo la solita scusa per attaccare !

2 Commenti

  1. Evviva!!!!

    Gli anti-premier ad libitum stanno portando avanti battaglie foriere di confusioni e distorsioni interpretative.

    Concordo con te: non fasciamoci la testa prima di essercela rotta.

    DDL antiblog bloccato…. bene un’occasione in più per brindare!

    ok.. ora beviamoci un buon caffè! :)

Scrivi un commento