Andare avanti lottando contro la desolazione

Andare avanti lottando contro la desolazione

Una grande desolazione avvolge, spesso, il tempo, e tocca, per forza, lottare per andare avanti e non arrendersi, nonostante tutto e tutti…

Che grande desolazione, spesso, prende questo tempo, questa vita, questi secondi, attimi, e ti rimane tra le mani un vuoto che definire gigantesco è dire davvero poco: ti resta dentro una sensazione di vuotezza, di mancanza, di silenzi, di parole mai più dette, mai più osservate, mai più urlare, ma semplicemente nascoste, messe in secondo piano a cercare di capire di chi sia la colpa e cosa si sia sbagliato, mentre questo tempo se ne va, tra il silenzio e il dolore, tra la pioggia e l’azzurro, mentre mille stagioni si rincorrono e questo tempo, ancora, ci lascia dentro il vuoto, il niente, il silenzio, la paura di questa vita che continua ad andare avanti senza che ti dica nulla, senza che ti chieda qualcosa, senza che ti faccia comprendere quel che ha intenzione di far accadere…

…Tutto questo alimenta quel senso di desolazione, quel senso di vuoto dentro che, spesso, si stringe tra le mani istante dopo istante, e devi riuscire a farti forza, devi riuscire a comprendere, ad osservare, a vivere il tempo momento dopo momento, senza dire basta, anche se la voglia di urlarlo è veramente forte, ma tra le mani non ti resta altro che la voglia di piangere, di chiedersi dove siamo andati a finire, dove ci siamo persi, cosa si sia inceppato, e nessuno di noi riesce a dare una risposta, o forse, più semplicemente, non è neppure interessato a domandarselo, ma la vita non vuol sentire ragioni…

…E in questo modo, momento dopo momento, la vita va avanti e tu, in qualche modo, inaridisci un poco al giorno, senza che tu possa accorgertene o comprendere cosa stia accadendo. E’ solo il senso della desolazione di questa vita…

(FOTO: “Desolazione” di Eddi Zuliani)

Scrivi un commento