Anni di amore sprecato

Anni di amore sprecato

Anni di amore sprecato, come il tempo che non mi darà più nessuno indietro: e le giornate passano con la consapevolezza di questo vuoto dentro…

Anni di amore sprecato, come questa vita che ha deciso di non darmi quel che, forse, meritavo: ti rimane dentro solamente un grande dolore, un grande silenzio, come tutte quelle volte, migliaia ormai, in cui finisce un’altra giornata e non ti resta niente tranne la consapevolezza che, anche oggi, hai buttato nel cesso amore e sentimenti, che non sono serviti a nessuno, ancora un’altra volta. E la cosa atroce, che ti perfora da parte a parte, è rendersi conto che tutto questo tempo poteva servire ad amarsi veramente, poteva servire a farti vivere quella consapevolezza, quella sicurezza d’amore, che sai benissimo che nessuno ti ridarà, come il tempo che è passato nel vuoto.

In quello stesso vuoto che senti ogni sera, quanto chiudi tutto, e ancora una volta sei costretto a tenerti dentro i tuoi dolori e la tua voglia di amare veramente, ma non importa a nessuno, non serve a nessuno, e ti rimane solo questa maledetta solitudine e questo amore, che hai li, che non serve a nessuno, e che sei costretto a sprecare inutilmente, mentre le giornate si ammonticchiano, una ad una, a poco a poco, e tu rimani la, e non sai nemmeno cosa sperare o cosa fare per cambiare le cose. 

Perché, purtroppo, le cose non cambiano, e tu non sai cosa fare per rendere diverso tutto questo, per salvarti da questo abisso fatto di dolore, di gente senza cuore, che non ha mai perso un singolo istante per farti del male, fregandosene di quello che sarebbe stato dopo. In fondo, a loro cosa importa se poi stai male, se poi soffri, se poi senti dentro un dolore che nemmeno riesci a descrivere?

E ancora una volta, un giorno di più, prendo questo amore e mi rendo conto che va sprecato, come niente che serve a nessuno.

Scrivi un commento