Auto ibride: l'incentivo che non "incentiva"

Si fa tanto parlare di “rispetto per l’ambiente”, “soluzioni alternative”, “nuovi metodi di concepire il trasporto”. Ma ne siamo sicuri?

Seguivo, giusto qualche domenica fa, il TG2 Motori (cliccate in basso per visualizzare la puntata a cui mi riferisco) in cui si parlava, proprio, di auto ibride, elettriche, o, comunque, di nuova generazione per rispettare l’ambiente.

Tutto decisamente bello: alimentazione elettrica, o GPL, o benzina (solo nei casi di estrema necessità), ed emissioni praticamente ridotte. Tutto decisamente molto bello: peccato che, per i prezzi, ci attestiamo dai 20.000/25.000 Euro a salire! :shock:

Che senso ha incentivare all’uso di auto che non inquinano se, poi, non si aiuta il cliente finale a scegliere questo tipo di tecnologia attraverso, appunto, degli incentivi, o dei prezzi più bassi?

E’ normale che nessuno ti compra un auto che ti costa 20.000 Euro, con incentivi che non fanno abbassare di tantp il prezzo, quando con 6.000/6.500 Euro puoi comprarti un’utilitaria/city car con doppia alimentazione GPL/Benzina!

Insomma: come fare a far si che si cominci ad investire nelle tecnologie che rispettano l’ambiente se, poi, non diamo un incentivo all’utilizzo di queste nuove tecnologie?

6 Commenti

  1. Pingback: upnews.it

    Auto ibride: l’incentivo che non “incentiva”…

    Si fa tanto parlare di “rispetto per l’ambiente”, “soluzioni alternative”, “nuovi metodi di concepire il trasporto”. Ma ne siamo sicuri? Seguivo, giusto qualche domenica fa, il TG2 Motori, in cui si parlava, proprio, di auto ibride, elettriche, …

  2. Pingback: diggita.it

    Auto ibride: l’incentivo che non “incentiva”…

    Si fa tanto parlare di “rispetto per l’ambiente”, “soluzioni alternative”, “nuovi metodi di concepire il trasporto”. Ma ne siamo sicuri? Seguivo, giusto qualche domenica fa, il TG2 Motori, in cui si parlava, proprio, di auto ibride, elettriche, …

  3. Pingback: ZicZac.it, clicca qui e vota questo articolo!

    Questo articolo è stato segnalato su ZicZac.it….

    Si fa tanto parlare di "rispetto per l’ambiente", "soluzioni alternative", "nuovi metodi di concepire il trasporto". Ma ne siamo sicuri? Seguivo, giusto qualche domenica fa, il TG2 Motori, in cui si parlava, proprio, di a…

  4. Pingback: notizieflash.com

    Auto ibride: l’incentivo che non “incentiva”…

    Si fa tanto parlare di “rispetto per l’ambiente”, “soluzioni alternative”, “nuovi metodi di concepire il trasporto”. Ma ne siamo sicuri? Seguivo, giusto qualche domenica fa, il TG2 Motori, in cui si parlava, proprio, di auto ibride, elettriche, …

  5. L’Honda Jazz Hybrid citata nel servizio, in Giappone (col nome Fit) parte da 140000 euro, e ti dirò di più: dopo che l’incentivo è scaduto e il prezzo salito, l’auto ha continuato a vendere come se non fosse salito. “L’incentivo senza incentivo”, capovolgendo il tuo titolo. Forse perché la gente giapponese è sensibile ai problemi che la riguardano. Questo però riguarda il Giappone, ci tengo a precisarlo.
    In Italia la Jazz parte da 18850 euro, credo che il prezzo si intenda senza incentivi. Quindi forse, siccome stiamo parlando dell’auto più economica, il problema non sono “incentivi che non fanno abbassare di tantp il prezzo” come scrivi testualmente tu, ma forse il problema è l’assenza di incentivi per la Jazz in Italia; sul resto invece sono d’accordo, ma hai dimenticato di dire che l’auto elettrica (non quella ibrida) pur essendo cara è la più conveniente sull’arco degli anni, il risparmio sul “carburante” è notevole anche rispetto al GPL, e non potrà mai esistere una tecnologia lontanamente competitiva con l’elettrico quanto al risparmio sul “carburante”, a causa di economie di scala che non sto a spiegare. Se io avessi abbastanza soldi, SICURAMENTE comprerei un’auto a batterie, o comunque con una tecnologia in grado di accumulare energia dalla rete elettrica di casa.
    Perché non incentivano la Jazz? Che l’Italia stia progettando l’auto a uranio? :-D

    • Beh, magari non starà progettando l’auto a uranio, però è anche vero che l’utente finale non è di certo spinto all’acquisto se il suo investimento si ammortizzerà con l’andar degli anni! Intendo dire: spendo un sacco di soldi adesso per comprare un’ibrida sapendo che li riguadagnerò con l’andare del tempo? Decisamente poco conveniente! :-D

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!