Bollette pagate direttamente al postino : è la fine delle code allo sportello ?

Aria di novità in casa "Poste Italiane" : una novità che , di certo , farà molto piacere alle persone , anziane e non , che sono solite passare intere mattinate in fila allo sportello dell’Ufficio Postale , in attesa che , come un miraggio , arrivi il loro turno .
Tra qualche mese , infatti , il nostro (più o meno) caro amico postino diverrà una vera e propria postazione mobile di servizi multimediali : pagando un sovrapprezzo , non ancora quantificato , infatti , potremo pagare direttamente a lui la bolletta , ma non solo (e il bello arriva adesso) .
Sempre grazie a lui , potremo ricaricare il cellulare , pagare bollettini , oppure potrà consegnare medicinali , ottimo per gli anziani , e tanto altro ancora : il tutto grazie ad un piccolo palmare che , al momento , è stato dato in prova a 130 postini di Roma , ma che presto sarà diffuso ai postini di tutta Italia . Si conta che ne saranno muniti circa 11.000 dei 45.000 postini d’Italia , vale a dire un quarto del totale .
Le visite del simpatico postino saranno programmabili per l’intero pianerottolo , che così potrà decidere di approfittarne per effettuare pagamenti vari .

Voi , cosa ne pensate ? Quali le vostre opinioni in merito ? Pensate che questa idea di POste Italiane sancirà la fine della "coda allo sportello" , aiutando così coloro che devono effettuare i pagamenti ? Pensate che migliorerà l’attuale situazione ?

Aspetto di sapere cosa ne pensate in merito !

Un bacio dal vostro Giomba !
;-)

16 Commenti

  1. scusate,ma le bollette,si fanno pagare direttamente in banca,o alla posta attraverso il c/c perciò arrivano già pagate senza spesa aggiunta,se si ha il conto onlai si paga col c/c qualsiasi cosa senza spesa non vedo perciò un così grande servizio,senza contare che aumenterebbero le truffe giusto a carico degli anziani che pagherebbero a chiunque si presentasse spacciandosi per il postino.Io la vedo così,naturalmente potrebbe essere il pensiero più sballato del mondo ciao da Ida

  2. Caro amico mio Giomba,tu sarai in gamba con i css, ma il nostro stato pensa di ridurre il personale; scaricando ai poveri postini di fare quello che si fa in sede.Immaginati il povero postino se ad ogni porta verso la fine del mese di quale responsabilità di portare con lui tutti questi soldi.Poi pensa anche se qualche male intenzionato dice di essere il vero postino!!!!L’unica cosa è creare ai pensionati un conto corrente gratis,con l’addebito direttamente ma senza spese ribadisco….

    Non ce l’ho con te Giomba anzi ti ammiro,ma il sistema a volte mi fa incaz…perchè non hanno voglia di pensare.

  3. secondo alcuni nn dovrebbe + esistere il contatto umano per pagare bollette et simili

    tt dovrebbe essere fatto on line come fanno certe banche

    .

    e se il postino poi fugge e va alle maldive ?

    :D

    .

    ciao=miao

    v

  4. Ah, lontani i tempi in cui il postino suonava sempre due volte!Ti posto dal lontano sud (provincia di Catania) dove la bella novità delle nostre care poste penso arriverà come le loro raccomandate…in palese ritardo.Sai amico blogger qualè la situazione quaggiù?

    Il postino non suona anche se sono dentro in casa o c’è mia moglie, lascia in caso di raccomandata la famosa cartolina gialla con su scritto “DESTINATARIO ASSENTE…RITIRO DA DOMANI…ORE 10-12”.Così il giorno dopo ti tocca prendere mezza giornata al lavoro, arrivare in agenzia, ritirare l’elimina code (Almeno questo strumento moderno da noi esiste) e scoprire che prima di te ci sono 40 persone, la prima operazione inizia alle 10.10 e noti che l’impiegatuccio – poverino tutto sudato- impiega mediamente 5 minuti per sbrigare un utente.Inatanto si fanno le 12.00 guai a superare di un minuto l’operazione… .Nel frattempo protesto con l’impiegato chiedendo come mai il collega ha lasciato l’avviso senza accertarsi della presenza in casa, sai cosa mi risponde?Se il collega consegna la raccomandate noi siamo senza far nulla e rischiamo di andare a casa!!!???! .

    Ma non finisce qua, postini che consegnano le missive fuori dalle cassette postali, che scambiano i nomi (una volta ho trovato due fatture del gas nella mia cassetta, l’altra era del vicino..) o lettere di vicini di palazzo (se abito al civico 23 trovo nel mio condominio roba dei civici 13, 20…) in barba alla privacy! Fortuna che molte utenze mi arrivano per e mail comprese banche e carte di credito, con i postini che abbiamo qua c’è il rischio che vengano recapitate altrove….

    Altro che postino col palmare, qua ci accontetiamo di vedere un postino che fa bene il suo lavoro.

    Un saluto..visita il mio blog, ci tengo!

  5. Buona sera Daniele,

    ti chiedo scusa ma non capisco il commento che hai lasciato sul mio blog

    Sono rimasta un attimino di stucco!

    Penso o che tu abbia sbagliato persona oppure che tu abbia preso un abbaglio

    cmq per ora non lo cancello ma ti chiedo gentilmente siegazioni

    Grazie

    Anna AGROEDOLCE

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!