Cambiamenti "di facciata" e cambiamenti reali

Cambiamenti di facciata e cambiamenti reali

C’è una gigantesca differenza tra i cambiamenti “di facciata” e i cambiamenti reali: i secondi, spesso, avvengono senza quasi accorgersene…

Cambiamenti “di facciata” e cambiamenti reali: c’è una differenza che oserei definire abissale, sopratutto quando ti accorgi che si tende ad esagerare in un verso o in un altro.

Parliamoci chiaro: un cambiamento vero non ha bisogno di essere “pubblicizzato”, ma, talvolta, avviene in maniera silenziosa, quasi come se l’unica persona a conoscenza di quel cambiamento sia la persona stessa che lo ha messo in atto: esiste, poi, un cambiamento che potremmo definire “di facciata”, che è quello ostentato, che è quello utilizzato solo per far vedere quanto si è diventati forti e belli, quanto si è cambiamenti, quanto si è felici. Si, bellissimo: ma quanto c’è di vero?

La risposta è semplice: poco o nulla. Quando si mette in atto un atteggiamento di questo tipo, infatti, si può riuscire – forse – a prendere in giro chi non ci conosce, creando una sorta di maschera sociale utile a dimostrare ciò che non si è, ma, riposta la maschera, si torna ad essere ciò che si è realmente, ovvero persone spesso fallaci, spesso estremamente tristi, quasi sempre incomplete e rancorose verso tutto e tutti, che non possono permettersi il lusso di mostrare le proprie debolezze, anche perché sarebbe l’ennesima delusione o l’ennesimo fallimento dare a dimostrare di non essere stati in grado di diventare persone migliori di così. Anche perché – e pure questo è da considerare – non è detto che si sia sempre in grado di attuare un cambiamento serio, visto che esistono anche situazioni che impediscono – materialmente – di mettere in atto un cambiamento produttivo. E proprio per questo, talvolta, nascono situazioni in cui il soggetto preferisce fingere e “costruirsi” per ciò che non è piuttosto che mostrare la propria debolezza.

E allora, molto meglio un cambiamento silenzioso che un cambiamento urlato e, quasi sempre, fasullo!

Scrivi un commento