Camminare , silenzioso , per le vie del cuore ...


Cammino , leggero , quasi senza una meta , lungo le vie silenziose e statiche del cuore .
Guardo intorno e mi sembra di vedere mille facce anonime , assenti , indifferenti , che camminano verso mete sconosciute , forse lontane , forse vicine . Gli occhi guardano l’orizzonte che sembra perdersi verso l’infinito e oltre , oltre le nuvole che , come ciuffi di cotone , sembrano chiudere il cielo , pervadendolo di tristezza , e ancor di più di solitudine . Guardo le strade : la vita scorre lenta ed incessante , uguale come sempre , fotocopia di giorni che passano statici .
Forse è tempo che qualcosa cambi davvero lungo le strade del mio cuore , forse è tempo di cambiare paesaggi , di vedere luoghi a me sconosciuti , di cambiare quel qualcosa che ancora mi lega ad una vita vecchia , a qualcosa che mi sono lasciato alle spalle … Ma , come un cordone ombelicale invisibile , c’è ancora qualcosa che tiene legato alla vita che è passata , alle cose che , con tanta fatica , ho lasciato alle spalle .
Non so dove , ma vedo ancora un “trait d’union” verso un sentiero che corre diritto davanti a me . E camminando , sembra che non finisca mai . Si ah quasi la sensazione di non arrivare mai lungo questo viale che scorre , lontano , fino a perdersi nel punto in cui gli occhi non possono arrivare … Ora dopo ora , chilometro dopo chilometro , la strada si ripete , sempre uguale , diritta e monotona … Nulla pare cambiare all’orizzonte …
E ancora mi ritrovo a camminare lungo questa strada . La percorro in silenzio , quasi per inerzia … E mi lascio cullare dal cielo azzurro che spunta timido da un buco in mezzo ad una nuvola …

7 Commenti

  1. a volte il timido cielo che spunta dietro una nuvola è la strada da seguire. Non sono in grado di dare consigli però posso dirti che solo tentando di sbirciare oltre quella piccola finestra potrai trovare una risposta. Dino Buzzati diceva in un suo belilsimo racconto “(..) voi uomini chiudete le finestre, sbarrate le persiane e andate a dormire… fuori nuvole bianche e bellissime solcano il cielo a migliaia, ma voi rintanati nella tana del diciannovesimo piano, vederle non potete .”
    Un caro saluto

  2. Ciao…mi permetto di farti una visitina semplice…per un saluto….
    Il tuo link l’ho preso sul blog Musicamore…mi è stato consigliato dall’autore/ce dello stesso…
    Scrivo poesie…se puoi fatti un giro…..
    Un saluto….

    Luly

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!