Cancro, scoperto "l'interruttore" del sistema immunitario

Cancro - Scoperto l'interruttore del sistema immunitario

Cancro e nuove speranze: i ricercatori hanno scoperto “l’interruttore” del sistema immunitario. Scopriamo insieme i dettagli.

Cancro e nuove speranze di guarigione: i ricercatori dell’Irccs Humanitas di Rozzano, infatti, hanno scoperto IL-1R8, un metaforico “pulsante” che il cancro preme per “bloccare” le difese naturali del corpo, invadendo, di fatto, l’intero organismo. Ne consegue che, agendo su questo stesso gene, è possibile fare in modo che il corpo riesca a far fronte alle varie patologie tumorali, comprese le metastasi a fegato e polmone! La scoperta si aggiunge ad altri due geni, CTLA4 e PD-1/PD-L1, precedentemente individuati, e attualmente già in uso nelle terapie immunologiche.

I ricercatori commentano:

Il nostro sistema di difesa è un po’ come una straordinaria automobile, capace di viaggiare ad elevata velocità per funzionare bene e non andare fuori strada ha bisogno di acceleratori che la fanno partire e correre, ma anche di freni che le consentono di rallentare e, quando è il caso, fermarsi. A volte è il tumore stesso ad utilizzare questi freni a suo vantaggio, in modo arbitrario, per bloccare le nostre difese e crescere indisturbato. La scoperta e la maggior conoscenza dei freni dell’immunità ha aperto la strada all’idea di togliere questi freni per far ripartire la risposta del nostro sistema immunitario contro i tumori. Identificare la sua azione come freno all’attività delle nostre cellule di difesa (in particolare delle cellule chiamate Natural Killer, NK) presenti in sedi specifiche quali fegato e polmone, ci ha permesso di vedere che, togliendo il freno, le cellule NK si attivano a difesa di questi organi contro cancro e metastasi.

Insomma: una nuova speranza per chi combatte la lotta contro il cancro, questa malattia ancora così difficile da sconfiggere ma che potrebbe diventare un ricordo lontano grazie ai progressi della scienza e della ricerca: confidiamo negli scienziati!

Scrivi un commento