Che cos'è per voi la "normalità" ?


la “normalità” è un concetto che si pone alla base di una realitività quantomeno assoluta .
Sapete una cosa ?
Voglio raccontarvi un episodio che ho visto giusto qualche giorno fà : al lavoro da me c’è un collega che dovrebbe definirsi “down” , ma io preferisco parlare di “diversamente abile” .
L’altro giorno sentivo parlare di lui , e sentivo che molti lo apostrofavano come “quel ragazzo che non è normale” .
Sentivo parlare di lui , e vedevo questa stupida insensibilità e superficialità parlando di lui : non dicevano il loro nome , no , dicevno ,”quel ragazzo che non è normale” . La cosa mi ha fatto molto arrabbiare .
Ma la normalità , che cos’è ?
Che cos’è la normalità ? E’ un concetto relativo , è un pensiero , un opinione che cambia da persona a persona , da pensiero a pensiero .
Normale potrebbe essere tutto e niente : sono certo che la nostra normalità è relativa se guardata in uno sguardo d’insieme , se guardata nel nostro insieme .
Quello che più mi fa male , quello che più mi da da riflettere , è vedere che la gente fa tanto parlare della normalità , si atteggia a “guru del pensiero” . Quel che pensano loro , quel che dicono , è legge .
Se ti ribelli al loro pensiero sbagliato , allora sei tu che vai controcorrente , che sei in controtendenza , che sei anticonformista : io , che mi sono incavolato alla loro schifosa superficialità , vengo preso per quello che la pensa sbagliata , per quello che vede le cose in maniera troppo complicata per uniformarsi alla massa , come dei pecoroni .
La cosa mi da alquanto fastidio : la normalità è quella che noi viviamo tutti i giorni , e sinceramente , quando sento parlare di “normalità” , e vedo costruirci addosso tutta una serie di discorsi e di disquisizioni filosofiche , rimango veramente senza parole …

Ma la normalità , in fondo …. Cos’è ?

12 Commenti

  1. non esistono canoni di normalità, è appunto una cosa soggettiva. Il punto è che si tende a considerare normale tutto ciò che è conforme a delle regole, regole che siamo imposti noi e in base alla quale ci arroghiamo il diritto di poter escludere o classificare determinati atteggiamenti o persone.Io potrei essere definità anormale se andassi in giro in canottiera a gennaio, come sarebbe lo stesso se mi mettessi a parlare da sola, ebbene chi dice che io a gennaio debba avere necessariamente un cappotto? non me lo impone nessuno eppure ci sono “leggi” umane che ti catalogano come anormale se non le rispetti. Tutto questo non può che nascere da un pregiudizio basilare e finchè ci verrà da distinguere le persone in normali e anormali, non sapremo accorgerci che non vi è nulla di più innaturale che in questa distinzione.Fondamentalmente siamo tutti sullo stesso piano ma il fatto che non tutti abbiamo le stesse possibilità ci porta a tirare in ballo la normalità…

  2. La NORMALITA’…non credo esista, concetto astratto, che ognuno può disegnare come meglio crede.
    Tutto è normale, nulla è normale…
    E’secondo me odioso stabilire chi o cosa siano o debbano essere cosnsiderati..normali e normalità.
    E poi la normalità in genere è noiosissima.
    Dani, spero tu abbia risolto ieri, e spero tu abbia capito il perchè del mio messaggio.
    Buona Giornata

  3. L’immagine che hai inserito è evidentemente troppo piccola . Gli unici sfondi che vanno bene ed evitano questo inconveniente sono quelli che vanno da 640 X 480 px. in su .

    Saluti

  4. Dopo un po’ di giorni di silenzio rieccomi a leggere il tuo blog, sempre con piacere.. La normalità.. la normalità esiste e non esiste, è, secondo me, una convenzione, data da quello che la maggioranza delle persone pensa sia giusto. Ma è ovvio che la maggioranza delle persone abbia ragione? La mia normalità è essere semplicemente me stessa, con i miei pregi e, soprattutto, con i miei difetti.. e se quello che penso si scosta dai pensieri convenzionali non mi interessa molto.. tanto chi mi giudica male perchè la penso diversamente da lui non è, di solito, una persona alla quale tengo e quelle che mi sono vicine apprezzano il fatto che non sempre la pensi come loro. Del resto, bisogna accettare anche il fatto che ci sia gente ottusa o insensibile o, come ama dire spesso mia sorella.. Il mondo è bello perchè è avariato!

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!