Colesterolo, scende il limite per quello cattivo: "non oltre 100"

Colesterolo - Abbassati i limiti

Colesterolo “non oltre 100”: i cardiologi raccomandano prudenza e “dimezzano”, di fatto, il limite per il colesterolo cattivo. I dettagli.

Colesterolo che “non deve superare i 100”: è questa la nuova linea guida dettata dai cardiologi durante il recente Congresso ESC a Roma. Raccomandazione che, lo sottolineiamo, vale anche per i soggetti non a rischio, al contrario di quanto accadeva fino ad ora, quando le indicazioni valevano, principalmente, per soggetti a rischio causa familiarità o con particolari problemi di salute.

Il limite, fino ad ora, era fissato a 190, ma, di fatto, i cardiologi raccomandano, per evitare guai alla salute, di non superare quota 100: i consigli per riuscire in quella che, per molti, è una vera impresa (adesso ancora più difficile!), ovvero abbassare il colesterolo, sono sempre gli stessi, ovvero fare tanto esercizio fisico e curare l’alimentazione nei minimi particolari.

Dall’ESC commentano:

Le nuove linee guida sanciscono che avere un target di colesterolo entro 70-100 è fondamentale, non ci sono più controversie su questo punto.Nel documento presentato al congresso di Roma si dice che più basso si va meglio è, e si chiede di dimezzare il livello del colesterolo se è eccessivo, anche andando sotto i limiti. Noi diciamo che se hai un limite di 70, perché sei a rischio molto alto, e le tue Ldl sono 100, non ti devi accontentare di 70 ma devi diminuire almeno del 50%, quindi arrivare a 50. L’ipercolesterolemia familiare eterozigote colpisce una persona su 300, mentre quella omozigote una su 300mila. In queste persone i problemi cardiovascolari si presentano prima rispetto agli altri, per effetto dell’esposizione al colesterolo. Studi in corso stanno dimostrando che questi farmaci possono far raggiungere risultati che per ora si ottengono solo con l’aferesi, ripulendo cioè il sangue meccanicamente.

Insomma: occorre fare attenzione, anzi, a dirla tutta, occorre fare ancora più attenzione! Con la salute non si scherza affatto: linee guida più “restrittive” rappresentano una maggior tutela per il nostro organismo. Ricordiamocelo durante i nostri sforzi (e sacrifici!) per abbassare il colesterolo!

Scrivi un commento