Colori sulla spiaggia

La spiaggia è piena di colori , di tanti puntini colorati che sembrano tante formiche : guardando dall’alto , sembra un’arcobaleno fatto di persone , che si muovono , si tuffano , sorridono o prendono il sole !
La temperatura va oltre i 40 , ma in spiaggia c’è sempre movimento , con le persone che tentano di trovare refrigerio nell’acqua che sembra brodo : c’è chi , invece , preferisce gustarsi la frescura di un gelato , la compagnia di un buon libro , o una navigata online sotto l’ombrellone …
Il cielo è azzurro , e in lontananza si vede un’aereo che sfreccia nel cielo , lasciando dietro se una scia bianca , che sembra disegnare figure come il gesso sulla lavagna : i bimbi corrono e si tuffano , mentre il soel si fa sempre più alto .
Il tipico paesaggio di un giorno d’estate , in cui riporre la valigia dei ricordi e sorridere al tempo !

11 Commenti

  1. Ecco, un buon libro e un ghiacciolo non sarebbe male.
    Lo scenario idilliaco comunque regge fino al fine settimana, poi si scatena un piccolo inferno fatto di:
    1. sabbia rovente tirata dai passanti
    2. bambini urlanti o peggio “palla-muniti”
    3. coatti cui unico vanto sono i muscoli e le prestazioni sessuali (millantate)
    Il week end, io, lo passo in montagna!

    P.s. grazie per il commento. E’ bello sapere che c’e’ un’altro bar nelle vicinanze!

  2. Grazie:* è incredibile, passi sempre nel blog nonostante io ormai mi faccia viva una volta al mese circa^^;; grazie:* e a te come va? spero bene ;)

    per il post, io preferisco la montagna, ne troverò uno sui monti, fatto da te :D? (immagino che tu preferisca la spiaggia, dato che vivi a Palermo, città di mare :)!)

    Ciao e buone vacanze ^^!!

  3. bel quadretto da spiaggia italiana, coi pupi urlanti, le mamme cellulitiche, le nonne sotto l’ombrellone, il vicino che urla al telefonino, i coatti onnipresenti, il venditore di cocco che spacca i marroni, il puzzo dell’abbronzante della vicina oliata, …….via via dalla pazza folla….e queste sarebbero vacanze al mare…..bleahhhhh, che schifo

Scrivi un commento