Come posso far finta di niente?

Come posso far finta di niente

Come posso far finta di niente? Manchi tante volte, mancano certi momenti, ma come posso far finta che non sia accaduto niente?

Come posso far finta di niente? Sei mancata tante e troppe volte in questi anni, e certe volte il tuo spettro riappare nei ricordi e nei bei momenti trascorsi insieme, e, forse, mi rendo conto che vorrei rivivere quei momenti altri miliardi di volte, ma come faccio a fare finta di niente? Dimmelo, come faccio a fare finta di niente? 

Non ci riesco più, e non ci riesco perché adesso so tante cose che fino a quel momento non sapevo o non volevo sapere, come quella persona che, per non vedere, indossa i paraocchi, così sa di non vedere nulla anche se, in fondo, sai che qualcosa c’è, ma non vedere, forse, fa più comodo e ti da meno problemi…

Eppure, l’immensità di certi momenti mi manca da morire, come mi mancano sapori, odori, profumi, colori che – duole dirlo – non sono mai tornati uguali: ma come posso fare finta che tutta questa tristezza e questo dolore non siano mai esistiti? Come posso dimenticare le lacrime nei sabato pomeriggio d’estate che non passavano più, il dolore nelle domeniche pomeriggio d’agosto nel vuoto della città, con il sole che spaccava le pietre e con il vento, leggero ed a tratti, a darmi compagnia? Come faccio a far finta che non sia accaduto niente, che tu non mi abbia tolto tutto, tutte le certezze, tutte le routine?

Non ci riesco, non ci riesco e non ci riesco, ma non posso dimenticare stupende ore in cui si, stavo bene: stavo bene perché non avevo più paura di niente, perché tutto era al suo posto, perché tutto era in equilibrio, e le sere d’estate erano più magiche di adesso, le luci avevano altri colori, la gente era più felice, ed il cibo era più buono, come i tramonti più colorati di adesso. 

Ma non posso far finta che tu non abbia voluto uccidere tutto questo, ed in fondo, non so se riesco davvero a perdonartelo…

Scrivi un commento