Come può non mancarti tutto questo?

Come può non mancarti tutto questo

Come può non mancarti tutto questo? Me lo domando adesso, a distanza di anni. Ora che non serve neppure più saperlo. Ma io me lo domando.

Come può non mancarti tutto questo? Me lo domando adesso, adesso che non serve più saperlo, adesso che non c’è neppure motivo di saperlo. Ma io me lo domando.

Qualche sera fa, preso dal tempo libero che avevo, ho rivissuto tanti anni belli attraverso alcuni video che ho rivisto con piacere, e che, a modo loro, hanno segnato e raccontato un’esperienza vissuta, un particolare momento, e non posso nascondere che sono proprio quei video i pochi che riescono, in maniera assolutamente naturale, a farmi nascere un sorriso. Un sorriso a volte ebete, a volte divertito, ma sempre, meravigliosamente, sincero.

È innegabile che una parte di me sia rimasta lì e vi rimarrà indissolubilmente per sempre, ma io non posso non chiedermi come faccia a non mancarti tutto questo.

Qualche idea me la sono fatta pure e, a parte complicati risvolti di natura psicologica che non starò qui a spiegare per evitare di cadere nel tranello dei tecnicismi spiccioli, tutti i miei ragionamenti sono sempre giunti alla stessa, medesima, soluzione. Tu non mi hai mai amato.

Non mi hai mai amato veramente, perché solo chi non ama è capace di distruggere ciò che di più bello è prezioso dovrebbe avere e rappresentare. Solo chi non ama riesce ad essere indifferente a tutto quell’amore vero, a quel sentimento, a quelle esperienze, a quelle risate. E se questa cosa non accade e tu seguiti a rimanere indifferente, è soltanto perché nulla di tutto questo è per te importante. Ed in questi casi c’è soltanto una spiegazione: tu non mi hai mai amato.

Duole doverlo ammettere, ma le chiacchiere stanno a zero e la triste evidenza dei fatti, evidentemente, non riesce decisamente a mentire…

Scrivi un commento