Come fa strano ammettere di essere single (un modo carino per dire"abbandonati")


Certo che è una delle sensazioni più strane che abbia mai provato nella vita , ma in un modo o nell’altro arriva un momento nella vita in cui sei costretto , per forza , a fare i conti con la realtà , quella dura , terribile e shockante , ma purtroppo quella da definire vera , senza pensare che sia finzione o illusione .
Arriva un istante in cui rimani da solo con la tua anima , i tuoi pensieri , le tue paure e i tuoi dolori , e dici : “mah , però riflettendo io non ho più nesusno accanto a me” …
Si , perchè comunque sai di non poter contare sull’amore di una persona che darebbe tutto per te , sai di non poter contare su quel qualcosa di magico e bellissimo che si chiama amore , sai che troppe cose accadono , ma purtroppo non è possibile dire “basta , da adesso le cose vanno come vorrei che andassero” , e forse è questo che ti fa stare ancora più male , l’impotenza e l’impossibilità di cambiare le situazioni , di farle cambiare d’improvviso , in un istante , di mutare tutto e tutti i pensieri che come coltelli trafiggono il tempo che scorre lento da quell’addio che con la sua eco continua ancora a rimbombarti dentro , nelle orecchie e nella vita che segue , e sembra non smettere mai , ma continuare infinita ….
E così , dopo la mia della dose di nervosismo quotidiano , dopo tutti quei deficienti intorno a me che non facevano altro che dire “che bello , stasera io e il mio ragazzo andiamo al ristorante di “Pippo lo zozzone” perchè devo fare il regalo al mio amore e voglio fargli una sorpresa” , oppure “guarda che confezione gigante di Baci Perugina mi ha regalato il mio ragazzo” …. Insomma , è soltanto un modo di farsi male , di continuare ancora a vedere l’ipocrisia e la falsita della gente intorno a me , di quellic he definivo amici e ora tramano alle mie spalle … Si , divertitevi pure , ma mi fate solo pena .
Si , poveri , con le vostre debolezze , con la vostra perfida voglia di fare del male , con il vostro inutile senso di libertà e realizzazione , quando invece , se solo passaste più tempo a guardarvi nello specchio dell’anima , vi scoprireste esseri totalmente inutili , forse anche insignificanti … E non credete di avere in mano le chiavi del mondo , di sentirvi forti e potenti , di potervi alzare una mattina ed avere la forza e il coraggio di cambiare tutto intorno a voi … Non è così , non lo sarà mai … Poveri stupidi , mi fate davvero pena , mi fate soltanto ridere … Ridete pure di me , del mio essere patetico ai vostri occhi , ma ride bene chi ride ultimo .
Per ora sono io che soffro per la mia vita , per le mille difficoltà che ogni secondo ho sulla mia strada , per la guerra dei miei sentimenti , ma ricordatevi sempre che “ride bene chi ride ultimo” , e non è solo un proverbio , ma una verità il più delle volte conclamata , il più delle volte terribilmente vera .
Si , divertitevi pure , giocate : parlo al cuore di chi capisce di essere nominato .
Io non ho bisogno di fare nomi : sarà il cuore della gente che leggerà queste righe a capire chi sono gli interessati , a capire se chi legge è la persona o fa parte del gruppo delle persone di cui si parla nel post .
Divertitevi pure : voi , con i vostri mille impegni ogni giorno , con la carriera , il successo , la realizzazione , e poi lasciate morire per la strada un vagabondo , lasciate morire senza affetto un cucciolo senza più amore , lasciate perdere i vostri sentimenti in balia del vento caldo e delle tempeste della vostra vita … e voi sareste gente realizzata ? Gente felice ?
Ma guardatevi allo specchio , quello dell’anima : guardate dentro di voi ed abbandonate la parte “materiale” che vive in voi … Pensate ai sentimenti , pensate a quello che è in voi …. Vi sentite realizzati solo perchè avete una vostra carriera e mille impegni ? Solo perchè a fine mese avete il portafoglio a fisarmonica ? Solo perchè potete comprare tutto quello che volete passando per le vetrine ?
“Avrete soldi e gloria , ma non avete scorza” : così apostrofava Guccini in “Cirano” , e questa è l’unica descrizione che si addice a voi . Voi , poeri stupidi , poveri nell’anima e nello spirito , voi che non sapete amare e rimanete insensibili … Si voi , parlo con voi che vi state divertendo …
Io per ora sono solo uno stupido per voi , io per ora sono solo un sognatore , un cretino , un inetto , una persona che campa solo di sogno ma alla fine è un fallito ? Arriverà il tempo della mia gloria , e sarete voi a venire da me e darmi ragione .
Poveri stupidi , divertitevi pure con il vostro “da fare” , con i vostri mille impegni , trascurate pure il mio cuore , trascurate pure il mio bisogno di amore e di affetto … Tutti voi , a ruota libera , indistintamente , non capite nulla di quello che davvero sono , e vi divertite a sbattermi le porte in faccia .
Io rimango qui a sognare , ma la mia soddisfazione sarà un giorno , nel vedere che voi che adesso ripudiate , rimarrete senza fiato … e forse un pò capirete dei grandi sbagli che state facendo ora …
Amici , amore : ma quando mai ? Ma quando mai è esistita una cosa del genere ?
Che rabbia , che rabbia davvero nel vedere gli innamorati che si scambiano coccole e doni sotto la pioggia , nel vedere gli uomini che aspettano le proprie ragazze sotto la pioggia , all’uscita dei negozi .
Rimane un amaro dentro , e solo la voglia di urlare la mia rabbia , enorme …

Scrivi un commento