Condomini, via alla riforma: i lavori si pagano prima

Via alla “riforma dei condomini”: i lavori di manutenzione si dovranno pagare in anticipo. I dettagli.

Il prossimo 18 Giugno entrerà in vigore la “riforma dei condomini” che, oltre a modificare diverse normative e leggi, prevede un cambiamento non indifferente: le attività di manutenzione dovranno essere pagate in anticipo attraverso la creazione di un “fondo cassa” di importo pari ai lavori stessi. Come dire: se non c’è fino all’ultimo centesimo, i lavori non partono.

La cosa fa preoccupare, e non poco, le Associazioni di categoria: il rischio, vista la crisi economica che incombe sul Paese, è che nessuno vada più ad effettuare questo tipo di lavori! Difficilmente, infatti, si può racimolare un fondo cassa se non ci sono soldi!

E pensare che la norma era stata fortemente richiesta dai costruttori per tutelarsi dai mancati pagamenti, purtroppo sempre più frequenti: resta, quindi, da vedere cosa accadrà a partire dal 18 Giugno.

Nel frattempo, i condomini e gli Amministratori sono allertati…

Scrivi un commento