Condomini, Amministratori obbligati a dire i nomi dei morosi

Una recente ordinanza del Tribunale di Palermo conferma: gli Amministratori di condominio devono fornire i nomi dei morosi. I dettagli.

“Consegna i nomi o paghi di tasca tua” – Potremmo riassumere così una recente ordinanza del Tribunale di Palermo in cui si conferma che  gli Amministratori di condominio devono fornire i nomi dei morosi, pena il pagamento di una multa salatissima di tasca propria.

Il pronunciamento arriva al termine di una curiosa vicenda: protagonista un palazzo in Via Oreto, proprio nel capoluogo siculo. Un Avvocato aveva, infatti, richiesto all’Amministratore la lista dei condomini morosi. Lo stesso Amministratore, però, si era categoricamente rifiutato di fornire i nomi per una questione di Privacy. A questo punto, scattato il procedimento civile, il giudice Fabrizio Zagarella ha condannato l’Amministratore ad una multa di 2000 Euro.

In realtà, la vicenda che ha portato all’ammenda ha radici più profonde: il tutto è nato da alcune prestazioni legali non pagate dal Condominio all’Avvocato, che aveva richiesto una parcella di 2500 Euro. Non essendo mai stato pagato, il legale aveva presentato un decreto ingiuntivo diventato esecutivo: il problema è sorto quando ci si è accorti che non c’era fondo cassa. A questo punto, è arrivata la richiesta di conoscere i nomi dei condomini morosi, con relativo “no” da parte dell’Amministratore e tutto quanto ne è scaturito.

Si parla già di “precedente” creato da questa vicenda, mentre altri “storcono” il naso alla notizia, criticando la mancanza di tatto e di privacy nei confronti di chi, non certo per divertimento, non ha soldi per pagare. Quali sono le vostre opinioni in merito? A voi la parola!

Scrivi un commento