Consiglio Comunale al vetriolo: scatta la rissa sul ring di Sala delle Lapidi

 

"Mezzanotte di Fuoco alla Sala delle Lapidi": non è il titolo della prossima pellicola candidata alla "Palma d’Oro", ma la triste realtà della rissa avvenuta a tarda serata, mercoledì 30 Settembre, durante la discussione per il raddoppio dell’IRPEF.

All’angolo destro, con l’accappatoio azzurro, i consiglieri di UDC e PDL "fedeli" al Sindaco Cammarata, mentre dall’altra parte, con l’accappatoio rosso, la coalizione formata da Pd, Idv,Un’Altra Storia, Mpa, Pdl Sicilia e Pdl Palermo: ma ecco il gong che segna l’inizio del match. La discussione è concitata, le fazioni si affrontano senza colpi sotto la cintura ma ecco il primo uppercut di Russo (Mpa). Tantillo (PDL) non demorde e risponde con uno spintone.
L’aria si fa incandescente: ora, altri due contendenti si stanno affrontando a suon di spintoni e maleparole: il pubblico guarda senza riuscire a proferire parola, sbiancato in volto, semi traumatizzato di fronte a quelle scene che lasciano sgomenti.
E’ il caos più totale: non si capisce più nulla. Si sentono solo urla, schiamazzi, e un vocìo indistinto ed incontrollabile: entrano sul ring Milazzo (PDL) e Ferrandelli (IDV) per tentare di sedare il match, ma finiscono col rimanere impigliati nella rissa.
Il pubblico viene fatto allontanare e la seduta viene sospesa: suona il gong, e cala il sipario.

Nonostante non ci sia stato un vero "vincitore", pare che qualcuno abbia udito un urlo provenire da Sala delle Lapidi: "ADRIANAAAAA" !

Nota critica del Giomba: il pezzo, scritto più "per non piangere" che "per ridere", mi ha portato a diverse riflessioni. È già parecchio difficile assistere a questi spettacoli, in cui la violenza sovrasta le parole: quando le "mani" prendono il posto del dibattito, resta ben poco da aggiungere…

2 Commenti

Scrivi un commento