Il coraggio di relegare il passato al passato e vivere il presente

Il coraggio di relegare il passato al passato e vivere il presente

Non posso che rendermi conto di quanto coraggio sia necessario per relegare il passato al passato, vivere il presente e pensare al futuro…

La mia vita, in questi mesi, sta subendo un totale stravolgimento, ed è proprio partendo da questo sconvolgimento che non posso che osservare come il futuro, il MIO futuro, è nelle mie mani adesso. Mi rendo conto che, purtroppo, per crescere bisogna farsi del male e avere il coraggio di relegare il passato nel passato, anche avendo paura del futuro, ma avendo il coraggio di mettersi in gioco per viverlo. E’ difficilissimo, ma me ne sto rendendo conto in queste ore, in questi giorni, in queste settimane. Come se fossi diventato estremamente adulto di colpo.

Ci vuole una forza ed un coraggio estremo a decidere di prendere tutto quel che è rimasto e chiuderlo in uno scatolone, magari anche ricominciando a vivere un presente che non sappiamo verso quale futuro ci condurrà, ma è la sola strada verso una gigantesca crescita personale, in barba alle paure, in barba ai propri fantasmi, in barba ai propri spettri.

Nessuno dice che è facile e nessuno pensa che sia così immediato, ma quando la vita ti pone davanti a scelte e vicissitudini, ti vedi costretto a non trovare altra strada da poter percorrere se non quella del prendere un gran respiro e dire “ok, da oggi basta”. E’ come se ti chiedessero di distruggere ciò che hai costruito con tanto dolore e tanti sacrifici, ma se cancellarsi significa rinascere, poi, più forti, non puoi che prendere l’unica decisione sensata, che farà male, molto male, e per tanto tempo, ma ti permetterà di crescere e di renderti immune ad altro dolore nel tuo futuro.

Fa male, fa molto male, ma è l’unica cosa sensata da fare: cancellare per ricominciare. Paradossale ma dannatamente utile!

Scrivi un commento