Crisi, sempre peggio in Italia: stop a cibo e vacanze

Le cose vanno sempre peggio in Italia: si risparmia su cibo e vacanze. I dettagli.

L’Italia vive il suo periodo più nero: la crisi miete vittime giorno dopo giorno, e le famiglie tentano in tutti i modi di tirare a campare. Nel 2012, ad esempio, il 60% delle famiglie ha risparmiato sul cibo, comprandone di meno e di qualità maggiormente scadente. Mai così male per il nostro paese: dobbiamo risalire al 1973 per trovare una simile situazione di povertà nel “Bel Paese”. Tanto per cambiare, le cose vanno peggio al Sud, specialmente in Sicilia, con una spesa mensile di 1628 Euro.

Oltre a risparmiare sul cibo, gli Italiani risparmiano sul superfluo: in questo caso, ci vanno di mezzo le vacanze. Per la prima volta, non si prevede una stagione estiva da “bollino nero”: il traffico sarà regolare, forse perché in molti rinunceranno a vacanze e spostamenti, evitando viaggi lunghi che, in tempi di crisi, sono impossibili da realizzare.

Una sola cosa è certa: tutto ciò mette decisamente tristezza, decimando le speranze per un futuro migliore…

Scrivi un commento