Crisi a stelle e striscie

Consoliamoci …
Se pensavamo di essere l’unico Paese ad essere al centro di un brutto periodo di recessione , possiamo tranquillamente ricerderci : anche la forte e , apparentemente ricca , America , in questo periodo , è al centro di una brutta crisi , come uno di quei cicloni , di quelle tempeste tropicali che , spesso , colpiscono i suoi Stati . Ma qui non siamo di fronte all’Uragano Katrina . Questa si chiama Crisi Made in U.S.A. !

Di certo , i dati non sono proprio confrontanti : il tasso di disoccupazione sale all’8,1 % , e la cosa da parecchie gatte da pelare al Presidente Obama , e al suo ottimismo iniziale che , nonostante tutto , pare non vacillare minimamente . Anzi , c’è anche aria di ottimismo .
Se quest’ottimismo è solo "di facciata" , solo per tranquillizzare la popolazione , non ci è dato di saperlo : la realtà , tuttavia , la vediamo con i nostri occhi .
Giusto qualche giorno fà , i TG di tutto il mondo hanno trasmesso le immagini di quel triste e silenzioso corteo di disoccupati , in fila da ore davanti all’Hotel Marriott di Bradway con un pezzo di carta tra le mani , il proprio Curriculum , sperando di poter trovare un posto di lavoro decente .
La "Fiera dell’Impiego" di New York , organizzata dal famoso sito "Monster.com" , specializzato nel trovare un lavoro , e di cui esiste anche la localizzazione italiana , "Monster.it" , ha visto migliaia di persone in fila per ore , sperando di avere notizie positive .
Tra di loro ci sono le specializzazioni più diverse : ex manager della Lehman Brothers , rimasti a casa dopo la crisi , ex banchieri senza più un lavoro … Insomma : gente che , fino a qualche tempo fa , poteva dire di avere un tenore di vita "medio – alto" e che , adesso , nel bel mezzo della crisi , torna con i piedi per terra , come tutti coloro che devono inventarsi qualcosa per arrivare alla fine del mese e sbarcare il lunario .

Guardando quelle scene , ho avuto , per un’istante , l’impressione di vedere le scene della disoccupazione del Sud d’Italia riproposte in chiave Americana , come se quelle stesse scene siano volate in trasferta negli States . Viene da domandarsi quale futuro attende i nostri figli , i giovani . Quali certezze per loro ? Quali speranze potranno coltivare ?
Inquietanti interrogativi a cui solo il tempo può dar risposta …

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!