DEPRESSIONE : La (triste) parola d'ordine della gioventù moderna


I Tg ne hanno parlato spesso in questi giorni , con la diffusione di un dato a dir poco “agghiacciante” : pare , infatti , che almeno 30000 giovanissimi facciano uso di medicinali antidepressivi . Un dato che dovrebbe fortemente farci riflettere …

Un dato a dir poco agghiacciante , davvero .
La gioventù moderna , infatti , sembra essere fortemente stressta e provata dalla vita di ogni giorno . Questa la dimostrazione del dato per cui , pare , che in Italia , la cifra di giovani che fanno uso di medicinali antidepressivi si attesti sui 30.000 . Ciò non dipende , pare inoltre , dai giovani stessi , ma più che altro dai genitori , che vedendo i figli soffrire , in lacrime , non sanno come poterli aiutare , e per non farli soffrire , somministrano loro farmaci non adatti alla loro età . Infatti , la Serotonina contenuta in questi medicinali non è adatta ai giovanissimi , in quanto il loro cervello è , ancora , in continua trasformazione .
Un altro dato che dovrebbe farci riflettere è quello secondo cui , se da un lato parte dei giovani è sostanzialmente depressa , un altra “fetta importante” è fin troppo vivace . Insomma , pare proprio che i giovani non abbiano un equilibrio in questo campo .
Pensate che in America i bambini troppo vivaci vengono “curati” al pari di veri e propri malati , con la somministrazione di farmaci atti a “calmarli” , in un certo senso …

Insomma , pare davvero che la situazione sia davvero complicata , anche perchè è impensabile che una cifra così alta di giovanissimi assuma gia in età scolare medicinali antidepressivi . Qual’è la vostra opinione in merito ? Da cosa pensate scaturisca la depressione nel mondo dei giovani ? Quali le vostre impressioni ?

Aspetto di sapere cosa ne pensate in merito !
Un bacio dal vostro Giomba !

;-)

12 Commenti

  1. Eccomi mi hai chiamato????
    Salve mi presento sono la DEPRESSIONE…perchè ci sono???? Perchè colpisco tutti in modo indiscriminato ma mi piacciono tanto i più piccoli???
    Gioventù persa dietro al vuoto i cui unici valori sono la TV, i supereroi sempre torppo perfetti e mamma e papà che continuano a dare dare, dare, dare (così non si sentono in colpa se per caso lavorano troppo e non possono stare dietro a sti figli sbandati)…
    Altro ….a si ormai la tecnologia ci dà sempre di più e la “ricerca di nuove emozioni” è alla portata di una mano…..Non c’è più bisogno di lottare per avere…..Non c’è più bisogno di usare la testa e le mani per poter vivere un’avventura…nessuno più si costruisce la casa sull’albero la compra direttamente all’Ikea
    Altro….Egoismo, e che te credi io ste cose le ho e perchè le devo dividere con gli altri sono mieeeeeeeeeeeeee, guai chi tocca le mie cose, il mio mondo….dividere e perchè??? con chi???
    Mi spiace per l’extracomunitario che invece di andà a rubà in villa (Quello si che è intelligente Robin Hood) ti pulisce il vetro per un bel po’ di parolacce e forse 5 centesimi…..
    Insomma…vuoi sapere perchè i bambini sono depressi???
    Dovresti ascoltare le storie di Lucrezia o di mia nonna che ti racconterebbero come tanto hanno lottato anche solo per una polpetta….
    O come era bello stare ad ascoltar storie di fantasmi davanti al fuoco la sera a mangiar castagne….
    Tutto troppo facile, tutto troppo gratuito…Tranne un paio di cose: l’Amore, la disponibilità ed i valori…
    Persi quelli…ok possiamo anche continuare a vivere con il Lexotan il valium o meglio ancora sediamoli del tutto con del talofen
    Buona giornata caro Daniele….
    Un bacio ebuon WE
    Magnolia

  2. lw 5 stline sono per il racconto? grazie!!!1 col pc sono sull’orlo di una crisi di nervi: altro che depressione! facendo come tu dici mi copia 4 righe del mio racconto e poi una serie folle di simboli marziani: ma nn basta! mi si scollega ogni 3 minuti mentre leggo i blogs e rispondo! sto impazzendoe se dura cosi’ prendero’ a legnate il mio pc! scherzi a parte: vado ramingfa da tre giorni per trovare una ricarica orig epson perche è la signora stampante mi rifiuta le compatibili! e ho un racconto sospeso tra tre giorni cui temgo molto e non posso ne’ copiarlo con copia e incolla ne’ copiarlo manualmente dopo averlo stampato! grrrrrrr altro che depressione! putroppo ho esaurito le mie risorse di pazienza e vado in pezzi facilmente! ciaoooooooooooooooo

  3. vorrei dire la mia sulla depressione: ce n’è di due tipi: la dep reattiva che è di tutto rispetto, e cioè difronte a trauma e cosidetta post traumatica. e quella senza ragione e cioe’ endogena: forse anche piu’ grave perche’ con causa organica e non sociale. cosa diavolo c’entrano i genitori che non coccolano i figli per motivi di lavoro? oggi si parla di depressione solo quando uno è malinconico e triste. ma la vera depressione è una malattia e non sono certo i farmaci che risolvono: possono aiutare ma non in tutti i casi. è la vita che non compensa tanto dolore in certi casi: ognuno di noi è diverso e bisognerebbe fare discorsi seri e mirati da competenti e non generici: oggi si parla facilmente senza conoscere i termini della questione. rispetto solo chi parla di cose in cui è passato oppure ci è passato un familiare o è un addetto ai lavori. gli altri che ne sanno?per quel che riguarda i problemi sociali: non è essere extracomunitari o meno che fa testo : è essere delinquenti o meno! a me non frega un piffero della provenienza ma frega cosa fa quella persona: se è un pappone o uno spacciatore: che cavolo ci azzecca la provenienza? è il reato che fa la persona e non la provenienza! allora sono le categorie di delinquenti(gli spacciatori ad es)da perseguire e non le provenienze: capito? ciao ciao!

  4. Conosco diverse persone che fanno uso di farmaci per cercare di migliorare le loro prestazioni …scolastiche e non ma pochi secondo me ne traggono beneficio, siano utilizzatori di fosforo o vitamine varie…
    Per quanto riguarda il mio caso l’unica medicina di cui faccio uso durante lo studio è il caffe per tenermi sveglio di notte…poi tanta aria staccando per riprendermi…e secondo me traggo molti più risultati di chi invece ne fa regolarmente uso…per i depressivi poi…non li giudico ma nemmeno li biasimo..a volte uscire correre urlare sono la cura migliore come anche può essere un piatto di spaghetti una volta ogni tanto…penso sia semplicemente da prendere la vita un po più alla leggera non totalmente ma affrontando i vari problemi come situazioni da risolvere non come scogli insormontabili

  5. Ciao ragazzi , e grazie dei vostri commenti … Beh , che ci sia un “abuso” della parola “depressione” , forse , mi pare un tantino azzardato , ma se davvero le stime corrispondono alla realtà , allora c’è davvero da preoccuparsi e chiedersi cosa non va nella gioventù moderna … E bisognerebbe davvero interrogarsi per capirlo !

    Salutissimi !

  6. Dani :) :) cucciolo mio dolcissimo.. Un bacione e un sorriso per te.. Sempre profonde le tue riflessioni. La depressione è un male invisible che ti uccide l’anima.. Ciao piccolo :)

  7. Oggi 27 Gennaio…
    NON GRIDATE PIU’
    “Cessate d?uccidere i morti,
    Non gridate più, non gridate
    Se li volete ancora udire,
    Se sperate di non perire.
    Hanno l?impercettibile sussurro,
    Non fanno più rumore
    Del crescere dell?erba,
    Lieta dove non passa l?uomo.”

    Grazie per esserci,
    io insieme a te oggi
    per non dimenticare
    Con simpatia:-)Nenè
    Leggendoti:
    l’argomento che tratti è molto serio
    le angosce e le conseguenti fasi di depressione(ma anche di euforie improvvise) sono il sintomo di un malessere che colpisce duramente…
    col copia incolla mi prendo il tuo pezzo, intendo approfondire bene la cosa coi miei alunni(liceo classico).
    In ogni caso Gli abusi giovanili di un certo tipo di medicinali come antidepressivi e tranquillanti è una grave nagligenza da parte dell’intera società cosidetta ‘adulta’ che ne consente l’uso facile e l’abuso altrettanto facile.
    Ciao Dan, è sempre un piacere venire da te.

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!