Devi farcela. Da solo.

Devi farcela Da solo

Devi farcela, e devi farcela da solo: non puoi chiedere aiuto a nessuno ne sperare che qualcuno risolva i problemi per te. Devi farcela da te.

Riflessioni: devi farcela da solo.

Quando mi accorgo di avercela fatta nuovamente da solo, ed in condizioni di obiettiva difficoltà, mi viene seriamente di mandare affanculo chi non ha creduto in me fino ad ora. In fondo, che ne sa la gente di che significa affrontare una difficoltà e avere la consapevolezza che ce la devi fare DA SOLO e senza aiuto di nessuno?

Il problema è fondamentalmente, banalmente, uno. La gente ha questo maledetto vizio di fermarsi sempre alla forma, ma mai alla sostanza: legge sempre il testo “in superficie”, ma non va mai al “sub limen”, non scende mai al sotteso, non va mai oltre la lettura scendendo in una “meta lettura” degli eventi. No: la gente si ferma alla superficialità.

Se solo la gente la smettesse, una santa, buona, volta di fermarsi a ciò che spunta in superficie, probabilmente comincerebbe a capire un po di più ed un po meglio come vanno le cose, come girano le cose, come le cose si evolvono e si comportano, e magari si mettere di più nei panni della gente, tentando di provare le loro stesse paure, le loro stesse difficoltà, le loro stesse ansie quando il pensiero va all’ignoto, quando il pensiero va a tutto quello che non si conosce, a tutto quello che non si comprende, a mille sensazioni diverse che il tuo corpo non smette d’ascoltare, e, sopratutto, a tutte quelle sensazioni che tu stesso non ti fermi di ascoltare, fino, quasi, a non farcela più, fino a voler urlare il tuo “basta” che nessuno ascolta.

Devi farcela, ce la devi necessariamente ed obbligatoriamente fare, ma devi farcela tu, devi farcela da solo, e devi farlo, principalmente, per la persona più importante che esista. Te stesso.

Scrivi un commento