Due stelle in cielo

Due stelle in cielo

Due stelle in cielo, particolari, forse, in mezzo a miliardi di altre stelle: eppure, sono certo che ci sono due stelle che brillano più delle altre…

Due stelle in cielo: alla fine, le stelle sono miliardi, il cielo è quasi infinito, e la sera sembra quasi impossibile distinguere una stella dall’altra, eppure ognuno di noi ha stelle che brillano più delle altre. Sono stelle che conosciamo e riconosciamo solamente noi, che solamente noi sappiamo esistere rispetto a tutte le altre, e che solamente noi guardiamo con occhi diversi.

Tante volte, effettivamente, mi sono domandato, adesso, che sguardo avreste potuto avere, se fossero stati tutte fotocopie dello stesso genitore, e quale sarebbe stato il vostro carattere. Chissà, magari tante cose sarebbero andate diversamente, ed anche io avrei avuto affetti maggiori e particolari, una vita più ricca, più sorrisi e più esperienze.

Non lo so, non potremo mai saperlo, anche perché, a conti fatti, non c’è neppure stato il tempo di immaginare un futuro, perché le vostre ali sono spuntate troppo presto, e voi avete deciso di volare via: i tempi erano diversi, sapete, e non c’era la tecnologia moderna ne la rapidità d’intervento di fronte a particolari emergenze neonatali. Se ti accorgevi di un malessere scappavi a piedi – o forse con un taxi – verso l’ospedale, e i medici potevano fare quello che era nelle loro conoscenze di allora, non certo di più: forse è inutile ripensarci ora, eppure chissà…

Certe volte mi fermo, immagino, provo a pensare, provo a capirci qualcosa e non ne vengo mai a capo, ma scoprire, adesso, tutto quel che è stato – non so – mi sembra strano, quasi come se avessi vissuto una di quelle storie che si vedono solamente nei telefilm, ma che quando ti vedono, in qualche modo, protagonista, ti fanno rendere conto di quanto ci sia da vivere, di quanto ci sia da osservare, di quanto ci sia da essere maledettamente forti per andare avanti nonostante tutto…

Scrivi un commento