E' tutto vuoto

E' tutto vuoto

E’ tutto vuoto e non si vede una via d’uscita: questo tempo continua a correre mentre continuano a mancare le cose veramente importanti…

E’ tutto vuoto, non c’è nulla da fare: continuano a mancare le cose veramente importanti, quelle che fanno la differenza, quelle per cui vale davvero cercare di trovare delle soluzioni, delle idee, delle speranze. E invece no: c’è il vuoto, c’è la consuetudine, c’è la voglia di camminare sotto il cielo sereno della sera, ma rendersi poi conto di quanto si sia soli, mentre nessuno ascolta ciò che hai realmente dentro. Nessuno, niente.

Rimane solo questo orrendo senso di vuoto, questa stupida sensazione di non avere nulla a cui aggrapparsi davvero, tranne che un tempo infinitesimalmente lungo, che sembra voler nascondere quello che conta davvero, quello che vale davvero, quello che davvero serve a fare la differenza: vorresti solo vivere un sentimento vero, vorresti avere una mano da stringere, un bisogno da colmare, un desiderio da realizzare. Ed invece ti rendi conto che non c’è assolutamente niente di tutto questo. Niente che ci permetta di vivere questo sentimento che rimane appeso al nulla, mentre la mente torna, costantemente, indietro con i ricordi.

Ritornano in mente l’azzurro di tanti pomeriggi, l’odore della sera, il freddo, l’estate che viveva dentro il silenzio, fermi a guardare il mondo vivere intorno a noi: credevo che sarebbe stato per tutto il tempo che sarebbe arrivato e corso da noi, ed invece è durato il tempo di dirsi tante belle parole rivelatesi semplicemente inutili, come inutile è stato crederci, perdere il tempo migliore appresso ad una splendida illusione capace di portarti via.

E adesso torno con la mente a questa notte, un’altra di quelle notti serene che vorresti scappare via, mano nella mano, a baciarti sotto le stelle. Ed invece chiudi la serranda e accendi la tv…

Scrivi un commento