Eternamente in ascolto

Eternamente in ascolto

Eternamente in ascolto, per non perdere una sola parola di ciò che l’universo ci dice, di ciò che il mondo ci racconta, di quel che possiamo imparare!

Eternamente in ascolto, anche se mi rendo conto quanto non sia da tutti saperlo fare, quanto sia difficile, per molti, restare all’ascolto di ciò che li circonda, del tempo, dello spazio, della natura con i suoi odori ed i suoi suoni, ma – in linea più generale – in ascolto delle persone, in ascolto di quel che ci possono insegnare, di quel che noi possiamo sempre e costantemente comprendere ed apprendere, rinnovandoci ed imparando nuove nozioni, nuove idee, nuovi modi di fare e di agire, crescendo giorno dopo giorno, semplicemente adottando la meravigliosa possibilità di restare in silenzio ed ascoltare, ed osservare quello che abbiamo intorno, senza parlare, ma prendendo, soltanto, degli appunti mnemonici da rielaborare, per crescere, per apprendere, per diventare – perché no? – persone migliori di così!

Certo, riuscire ad ascoltare non è una cosa da tutti, come non è affatto cosa da tutti riuscire a non mettere sempre bocca in tutto, osservando un silenzio che, a volte, è risolutivo e, per certi versi, curativo, perché permette una personale crescita interiore, una serena possibilità di diventare più grandi e più maturi, senza necessariamente cercare parole a tutti i costi.

L’ascolto è di vitale e fondamentale importanza, perché è attraverso l’ascolto che ci connettiamo con frequenze nuove, con le corde più intime della nostra vita e della nostra anima, con nuovi frangenti del nostro tempo, mentre ci rendiamo conto di quanto, ancora, non conosciamo, di quanto, ancora, possiamo fare e di quanto, ancora, possiamo essere persone migliori e più in equilibrio, con noi stessi e con gli altri.

E allora, impariamo l’arte dell’ascolto, del restare in silenzio, centellinando le parole da dire a tutti i costi che, molto spesso, sono totalmente inutili!

Scrivi un commento