Fede contro Scienza : un duello senza vincitori

Fede e Scienza sono come due facce della stessa medaglia che , spesso e volentieri , vanno in conflitto tra di loro .
Se si dovesse spiegare il perchè di ciò , si rischierebbe di entrare in un cul de sac fatto di ragionamenti che ci porterebbero alla filosofia , alla religione , alla personalità di ognuno di noi .
Ebbene , sono arrivato alla conclusione che Fede e Scienza sono due cose assolutamente diverse , che camminano su due binari paralleli ma completamente diversi .
Sta a noi deciderre quale dei due binari prendere : certo , per alcuni può risultare difficile credere che ci sia stato Qualcuno che ha creato il nostro Pianeta in sette giorni , partendo dal suo soffio e pronunciando la parola "Luce" . Altri , tenderanno a credere che sia stato l’impatto degli asteroidi a far scatenare la scintilla che ha dato origine ai batteri , le prime forme di vita .
Altri ancora , invece , crederanno che sia stato proprio quel Qualcuno a creare la Terra , i fiori , gli Umani , gli animali , e tutto ciò che ci circonda .

Insomma : è facile capire che la "crasi" tra il concetto di Fede e quello di Religione è un conflitto che , principalmente , nasce dagli uomini e dal loro modo di vedere le cose , e di affrontare la vita . E’ proprio negli uomini stessi che esiste una risposta .

Di certo , non una risposta "oggettiva" , ma "soggettiva" rispetto a chi si pone il dubbio se credere alla Fede o alla Scienza .

 

 

Ti è piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No cliccando sull’immagine.

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

 

20 Commenti

  1. Ciao Dany, penso che la scienza abbia la sua importanza, ma,io, ho avuto prove schiaccianti in merito alla fede, diciamo che abbiamo bisogno di tutto, però, se mi trovo dentro un problema serio, chiedo a Dio o alla Madonna aiuto e “che ricevo”, e no, alla scienza. saluti affettuosi.

    Angela.

  2. ciao dani ho ritirato oggi il mio pc che avevo portato a registrare ho speso 95 € ma non sono tanto soddisfatta speriamo se eravamo vicini forse tu riusciresti a sistemarlo ma speriamo ciao ida

  3. “Non riesco ad immaginare un dio che ricompensa e punisce gli esseri creati da lui, un dio i cui scopi sono modellati sui nostri, un dio che insomma è solo un riflesso della fragilità umana.” (Albert Einstein)

  4. spesso è questione di punti di vista. persino l’olocausto per un nazista era cosa buona giusta ed in nome di dio, ma per gli altri no.

    la verità del dogma, religioso o ideologico, riserva numerosi punti di vista proprio perchè non nasce dalla ragione, dalla ricerca, dalla verifica e dall’indagine.

    “historia docuit quantum nos iuvasse illa de Christo fabula.” (Leone X)

  5. i romani erano certi che di dei ne esistessero molti, anche i greci, persino gli egizi, i mussulmani hanno la tua certezza, ma ritengono che egli si sia rivelato a maometto, gli ebrei invece dicono che solo mosè ebbe la rivelazione e ritengono che gesù, come maometto, fosse un impostore, per non parlare di scintoisti, giainisti, sikhisti, zoroastristi ed atei, tutti con la loro bella certezza che però si scontra sempre con quella degli altri. se davvero esistesse il dio o gli dei di cui ognuno vanta la conoscenza i casi sarebbero due: o dio si diverte a prenderci in giro manifestandosi con verbi e volontà diverse a seconda dell’area storico-geografica oppure tutte le certezze (tranne una) propinateci dalle varie chiese e religioni sono delle balle. nel dubbio evito di chiedermi se esiste oppure no, certo che (eccola la mia certezza) qualora fosse così grande come dicono non starebbe lì a menarsela per la mia eventuale fede, ma apprezzerebbe l’uso del dubbio che lui stesso mi avrebbe dato.

    vado a mangiare una pizza, buona serata:)

  6. Ciao Elio !
    Personalmente , posso dirti che sono più che certo dell’esistenza di Dio , che non è solo un nome , un vaolre , una religione . Lui c’è , tra di noi ! :-)

    Ovviamente , siamo qui al Bar Giomba per confrontarci :-)

  7. quando affronto questo argomento con mia moglie lei risponde come te “c’è! ne ho la certezza.” allora io le dico “se è una certezza significa che è qualcosa di oggettivamente inattaccabile e comprensibile, quindi perchè non me ne rendi partecipe? illustrami i perchè della tua certezza dell’esisteza di qualcuno che io non vedo, per favore”. la cosa finisce lì. succede con mia moglie, con mia madre e con numerosi amici credenti, il bello è che la stessa cosa mi capita anche con coloro che si professano atei ed affermano che dio non esiste. anche a loro chiedo conto della loro certezza, ma nemmeno loro sanno darmi risposte oggettivamente inattacabili. quindi ho concluso che o sto sulle balle a tutti coloro che mi circondano oppure la verità è che di risposte sull’argomento non ne hanno e mi dispiace perchè trattasi ci cosa seria. vabbè, sopravviverò.

    ciao Giomba!

  8. caro Giomba, io di miracoli non ne ho mai visti (a meno che non si vogliano chiamare miracoli i sorpassi di Valentino) e non conosco nessuno che ne abbia visto uno e non conosco nessuno che conosca qualcuno che ne abbia visto uno e così via. Le guarigioni inspiegabili…appunto, sono inspiegabili, non vi è certezza alcuna sul perchè avvengano. Mi dispiace, ma al momento sei nel gruppo di mia moglie: avete una certezza di cui non mi volete illusrare l’oggettività.

    Ciao!

  9. Quando anche la scienza si arrende , vuol dire che c’è Qualcuno più in alto di noi che muove i fili della ragione e della vita . Con tanto di referti medici palesi e indiscutibili , la tv ha fatto vedere persone alzarsi dalle sedie a rotelle a Lourdes , gente che torna a parlare , persone che guariscono dalle malattie .

    E tutte le documentazioni sono state autenticate per evitare che fossero non vere : se fossero balle , come dici tu , di certo non sarebbero state autenticate !

    Ti consiglio di dare un’occhiata a trasmissioni come Top Secret o Miracoli , entrambe di Rete 4 !

  10. caro Giomba, come hai detto tu, esistono guarigioni inspiegabili, per cui nemmeno la scienza riesce a dare un perchè. purtroppo, lasciami dire, esistono anche tragedie inspiegabili. il fatto che siano inspiegabili significa che non siamo in grado di spiegarli, tutto qua. perchè ipotizzare per forza l’esistenza di un eventuale essere superiore? che poi magari l’essere superiore esiste davvero,ma non penso che se ne dimostri l’esistenza costruendone la certezza su dei fatti che non sappiamo spiegare. siamo limitati, dovremmo farcene una ragione. se poi esiste un dio buono e bravo che ci vorrà dare una mano tanto meglio. si chiama fede proprio per quello, perchè si sceglie di crederci sulla fiducia, senza alcuna garanzia che sia vero.

    ciao grande

  11. Ciao carissimo :-)

    Si potrebbe parlarne per ore senza mai giungere ad una conclusione certa : personalmente , posso dirti che di fronte alle tante manifestazioni che attestano quella Fede di cui parliamo da settimane … Io ci credo :-)

Scrivi un commento