Grande Fratello: l'odioso show del "tutti contro il più debole"

E’ una costante delle edizioni: il personaggio “preso di turno” cambia nome, ma le situazioni restano uguali. Quest’anno, nelle mire dei concorrenti, Mauro, a detta dei concorrenti “indecifrabile”, e perciò isolato da tutti. Ma è davvero così?

E’ successo anche quest’anno, come nelle scorse edizioni: nella casa tutti inveiscono contro il più debole. Nelle scorse edizioni, ricordiamo Lalla che, nel 2001, fu costantemente presa di mira da Mascia (mi ricordo, in particolare, un episodio in cui i pantaloni della povera Lalla furono gettati nel water, con tanto di sciaquone! N.D.Giomba), oppure Massimo, della settima edizione del programma, definito “Orsacchio“, e preso di mira da tutti, in tutti i modi possibili.

Possibile che non si capisca che si da un messaggio negativo, che si aggiunge ai tanti che lo stesso programma genera? (vedi le bestemmie o le minacce) Qualcuno parlerebbe di “bullismo in piccolo“, e forse non si potrebbe dare tutti i torti: bene ha fatto Alfonso Signorini, che non è certo uno che si fa passare la mosca sotto il naso, ad apostrofare i concorrenti come “rosiconi” nei confronti dello stesso Mauro, isolato e continuamente “nominato” dal gruppo.

Peccato che Mauro continui ad essere il preferito del pubblico a casa, alla faccia di chi lo vuole male!

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!