Ho già troppo a cui pensare per perdere il tempo così!

Ho già troppo a cui pensare per perdere il tempo così

Ho già troppo a cui pensare per perdere il tempo così: è una frase che, in questi mesi, mi sono ripetuto, e spesso. Forse perché sto cambiando davvero!

Ho già troppo a cui pensare per perdere il tempo così: ho perso il calcolo delle volte in cui ho ripetuto a me stesso questa frase in questi ultimi mesi, e mi rendo conto che il ripetersi di questa frase è figlio di un cambiamento interiore, profondo, intrinseco, personale, derivante, forse, dall’aver realmente capito cosa è importante, cosa davvero vale portare avanti e cosa, al contrario, rappresenta inutile zavorra da ostacolo alla libertà di essere!

Sarà anche che, di tempo, ne ho perso fin troppo, e probabilmente non vale neppure più la pena continuare ad investire tempo, speranze, idee, verso persone così stupide, così vuote, così tristemente mancanti di quell’appeal che può fare realmente la differenza!

No: ti ritrovi davanti stupida gente vuota, persone che non conoscono nemmeno il loro senso della vita, il motivo per cui esistono e cosa vogliono fare del loro tempo, che, però, sono pronte ad insegnarti a vivere tramite perle e massime che nessuno ha mai richiesto loro, tramite consigli che sanno darti da grandi saggi che non hanno ancora imparato come si sta al mondo e cosa significhi, davvero, diventare qualcuno, essere qualcuno, ma non per gli altri, non per la fama, per la gloria, per il mondo. No. Essere qualcuno principalmente, sopratutto, per noi stessi, per quel che vogliamo essere, per quel che vogliamo diventare, per il tempo e la vita che immaginiamo e che vorremmo divenisse la nostra routine serena di ogni giorno. E ancora costoro parlano, parlano, parlano, parlano.

E allora, davvero… Ho già troppo a cui pensare per dedicarvi anche un solo frangente del mio tempo. Sparite nella vostra totale inutilità: credo sia la cosa più sensata che possiate fare!

Scrivi un commento