Ho perso le illusioni, ho guadagnato la concretezza

Ho perso le illusioni ho guadagnato la concretezza

Ho perso le illusioni, o, forse, ho deliberatamente deciso di perderle: ho guadagnato la concretezza di una realtà che, per quanto dura sia, va guardata in faccia…

Ho perso le illusioni, ma, probabilmente, ho deliberatamente preferito perderle, per non illudermi e per non sperare – ancora – di vivere ciò che è impossibile, ciò che mai potrebbe accadere, ciò che mai potrebbe aver senso di esistere.

Per carità, sicuramente bellissimo illudersi, sognare, sperare che tutto si risolva e vada nel senso che speriamo, ma quando ti fermi ad osservare e ti accorgi che niente sta andando come speravi e come sognavi, allora è li che ti fai delle sacrosante domande, e ti chiedi quanto senso abbia potuto avere tutto questo, quanto fosse stato necessario, quanto potesse essere possibile sperare nell’impossibile, in un impossibile fatto solo di bisogni, fatto solo di impalpabile necessità di sognare un tempo migliore, una vita insieme, un tempo felice, fatto di tutto ciò che, nonostante tutto, non abbiamo avuto, ma che è rimasto, silenziosamente, fermo ad attendere che qualcuno ne accudisse la voglia e la speranza.

Così non è stato, e i sogni, a poco a poco, sono caduti in terra, esangui, probabilmente morti dell’asfissia nata dal dire basta, nata dall’uccidere, deliberatamente, tutto il cielo che era rimasto, tutte le belle canzoni, i sogni, l’azzurrità e i tramonti visti insieme: tutto si riavvolge in un tremendo flashback da rivivere in uno strano pomeriggio, fresco ed azzurro, di un qualsiasi inverno, magari ritrovandosi in quegli stessi luoghi, ma accorgendosi che, purtroppo, tutto è rimasto immutato ma tutto è cambiato irrimediabilmente, probabilmente perché qualcosa è cambiata fuori, ma anche dentro.

Si guadagna, insomma, concretezza, si perde la voglia di illudersi, la voglia di sperare, la voglia di guardare oltre e vivere sperando in qualcosa che, forse, non accadrà mai. Dici “basta” per un semplice motivo: non soffrire più.

Scrivi un commento