Ho tutto il tempo che vuoi!

Ho tutto il tempo che vuoi

Ho tutto il tempo che vuoi! Io e la fretta non siamo mai andati d’accordo, e sta pur certa che non andremo d’accordo neanche adesso!

Ho tutto il tempo che vuoi: non ho mai avuto fretta nella mia vita, anche perché la fretta mi mette una brutta ansia addosso, e non è mai stata una buona consigliera. Io, invece, ho tutto il tempo che mi serve, per attendere un momento che, chissà, forse potrà esistere, forse no… Non lo so, non posso saperlo, e, probabilmente, non lo voglio neppure sapere!

Quello che per certo so, però, è che c’è tanto tempo da poter passare insieme, e tanto tempo per raccontare, per raccontarsi, per ascoltare ed ascoltarci, per vivere e viverci, ma non c’è alcuna fretta, forse perché, con l’età, ho imparato a godere della calma del vivere sereno e quotidiano, senza grandi paure, senza voglia di accelerare anche laddove non ce ne fosse bisogno. C’è tempo anche per sorridere, e questo tempo va cercato con cura, atteso con calma e speranza, costruito ogni giorno, un po per volta, senza avere mai la pretesa di correre più del dovuto!

Ho già vissuto tante e troppe volte quella brutta sensazione di una corsa forsennata, verso cosa, poi? In fondo, non serve questo voler accelerare tutto, sempre e comunque: diamoci tempo, datti tempo, mi do del tempo. Voglio, per una volta, respirare, non avere fretta, anche se non ne ho mai avuta: per una volta, voglio provare a godermi il viaggio per poi godere della meta, se ci sarà, se arriverà!

E se il viaggio dovesse continuare, verso altre mete, verso altri lidi, verso altre stazioni, lo continuerò ed attenderò la stazione giusta: attendiamo questo treno con una piccola dose di speranza, e con tanta pazienza. Nel frattempo, c’è un compito importante da svolgere: VIVERE!

Scrivi un commento