Il compleanno del Giomba: e sono 28!

Riflessioni libere alle soglie del Ventottesimo compleanno.

E così, un altro anno è passato e un altro se ne aggiunge: ventotto anni. Una cifra che inizia a farsi interessante, specie considerando che gli obiettivi si fanno sempre più importanti e “sostanziosi”: pensandoci bene, effettivamente, di cose ne sono successe non poche, e devo ammettere che la soglia degli obiettivi da raggiungere si fa sempre più avanzata, sempre più “matura”, e, conseguentemente, sempre più ardua da raggiungere. Non è facile, c’è da ammetterlo: non è facile perché la delicata situazione che il nostro Paese si ritrova a vivere, difficilmente ti permette di sognare “nel lungo periodo”: per carità, posso ritenermi, già di mio, estremamente fortunato, perché so di non essere solo. Ho amici che darebbero – e danno – tutto per me, una ragazza che, parimenti, darebbe tutto quel che ha per me, e che fa enormi sacrifici per costruire un futuro insieme a me, e, verosimilmente, questo basta già a tranquillizzarsi e capire che, per quanto difficile sarà, il cammino non sarà mai così arduo come per chi è solo e non ha nessuno su cui poter fare affidamento! In questo ultimi anni, ho capito, sempre più e attraverso un non facile cammino introspettivo, che non sono solo, che abbiamo obiettivi condivisi, un futuro da coltivare, progettare, sognare, immaginare, e quindi direi che, almeno per ora, va già bene così.

Come ogni anno, proprio perché non mi smentisco mai, faccio sempre lo stesso errore: divagare e far partire la testa in un giorno che dovrebbe – almeno oggi – essere sereno. E allora: al futuro ci penseremo domani. Oggi è festa e voglio festeggiare con voi, con chi mi vuol bene, con chi mi apprezza: e allora, tanti auguri a me, per un buon compleanno e per un futuro all’altezza delle migliori aspettative!

E ora… Festa!


2 Commenti

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!