Il dolore segreto delle persone sole

Il dolore segreto delle persone sole

Il dolore delle persone sole è un dolore segreto, nascosto agli occhi della gente e del mondo che corre…

Il dolore delle persone sole è un dolore segreto, intimo, che solo chi ha provato quella stessa sofferenza riesce a riconoscere.

È un dolore nascosto e celato a molti: a poche persone è concesso il dono di riconoscere quel dolore negli altri, perché solo chi ha sofferto – o soffre – la solitudine acquisisce il magico potere di riconoscere quel dolore negli occhi e nei comportamenti degli altri.

Il mondo, la gente intorno, semplicemente non se ne accorge o non ha tempo di guardare a fondo lo sguardo triste e malinconico di una persona, i suoi gesti lenti, monotoni e ripetitivi, come riti da ripetere ogni giorno in una stanca e rassicurante consuetudine che ti permetta di renderti conto che c’è l’hai fatta anche oggi, nonostante nessuno si sia accorto del dolore che ti porti dentro, delle lacrime che hai pianto in un sabato sera di luna e libertà, quando il mondo sfreccia sereno verso la vita e nelle mani ti è rimasto solamente il ricordo, come polvere di un’allegria ormai lontana e perduta, che non t’appartiene più, e che vive solamente dentro di te, nelle lacrime nascoste, nel pugnale conficcato dentro la tua anima quando il mondo si diverte, felice, e in lontananza senti la eco di gioie che hai vissuto e che, adesso, non esistono più, scomparse, sparite per sempre in un vacuum di lento dolore…

Non è da tutti riconoscere il dolore silenzioso e nascosto delle persone tristi, anime che si nascondono sulle panchine, come i gatti, mentre sperano di sentire addosso, ancora una volta, le meravigliose sensazioni d’un tempo che non esiste più. E intanto vivono il loro dolore silenzioso, soffrendo ogni giorno un po’, perduti nel silenzio misto all’odore di malinconia…

Scrivi un commento