Il nuovo senso che assume il nostro passato

Il nuovo senso che assume il nostro passato

Il nuovo senso che assume il nostro passato sembra riscrivere qualsiasi cosa di cui ci siamo convinti negli ultimi anni. E forse lo fa davvero!

Il nuovo senso che assume il nostro passato sembra voler riscrivere la nostra storia recente: sono certo che a tutti è capitato, almeno una volta nella vita, di riguardare al proprio passato recente o – più spesso – meno recente, e rendersi conto di come sia stato necessario assegnargli una chiave di lettura completamente diversa rispetto a quella usata per tanto e troppo tempo!

Di colpo, la vita passata, le esperienze, i sogni, i ricordi, sembrano come riscriversi, sembrano come assumere una nuova connotazione, un nuovo significato del quale tu stesso non eri, verosimilmente, a conoscenza, ma per il semplice motivo, probabilmente, di non averci riflettuto abbastanza, di non aver capito fino in fondo che qualcosa poteva anche andare diversamente da così, senza star per troppo tempo a riflettere, a rimuginare sempre sulle stesse cose!

Ad un certo punto, insomma, sembrano quasi crollare tutte le certezze che avevi, e spesse volte – credetemi – è un vero bene, sopratutto quando la vita ti ha fatto capire che è stato un bene se le cose hanno avuto una diversa connotazione, anche se tu non sei riuscito a capire perché per tanto, tantissimo tempo. E poi, di colpo, quasi una sorta di illuminazione: capisci che era la cosa migliore che potesse accadere, che era giusto che le cose andassero in questa maniera, e che, forse, sei anche stato più fortunato di quanto non avessi calcolato!

Insomma: non è sempre un male – anzi, non lo è quasi mai – se ci si rende conto che le cose sono andate diversamente rispetto a come ci aspettavamo, sopratutto se queste cose, in un certo qual modo, ci han reso persone migliori in un tempo migliore. E va già bene così!

Scrivi un commento