Il rischio di mettersi in gioco ed assumersi la responsabilità di farlo

Il rischio di mettersi in gioco ed assumersi la responsabilità di farlo

Il rischio di mettersi in gioco ed assumersi la responsabilità di farlo è un brivido, un vero azzardo che, a volte, può realmente fare la differenza nella vita…

Il rischio di mettersi in gioco ed assumersi la responsabilità di farlo rappresenta, per molti – a ragione – un vero e proprio azzardo, un vero e proprio rischio, quasi un brivido che fa venir voglia di dire “massì, io ci provo, comunque vada”, sebbene non sia ne così semplice ne così immediato come le cose appaiono realmente.

Mettersi in gioco, spesso, comporta dei rischi, e la differenza nasce proprio nel trovare la forza di assumersi la responsabilità di rischiare o, parimenti, di lasciare tutto com’è, senza, però, lamentarci perché non cambia nulla, perché siamo i primi noi a non voler innestare anche la minima possibilità di un cambiamento!

E’ chiaro, non è ne bello ne semplice, e sopratutto non è neppure una cosa immediata o da prendere a cuor leggero, ma vuoi mettere la possibilità di darti… Una possibilità? E se fosse la volta giusta? E se fosse la volta che ti premia con un cambiamento reale, concreto, netto e duraturo della tua vita? E se fosse questa la strada da intraprendere?

Logicamente, sono tutte domande al quale è impossibile rispondere senza mettersi in gioco: la vera alternativa ai dubbi amletici – che non possono che restare tali – è, semplicemente, quella di provare una strada, sapendo che possiamo farcela, che possiamo fallire miseramente, ma che, ad ogni modo, stiamo facendo tutto quello che è nostra possibilità poter fare. L’immobilismo, in fondo, non porta a nulla: se vuoi che qualcosa cambi, quel cambiamento deve partire in qualche modo, e non può che partire da te!

Insomma: mettiamoci in gioco. Se andrà male potremo non aver più alcun rimpianto, se va bene avremo solo da guadagnarci. Insomma: pare che ne valga la pena!

Scrivi un commento