Il rispetto verso il professionista: un valore da conquistare

Il rispetto verso il professionista un valore da conquistare

Il rispetto verso il professionista: un valore da conquistare ma anche da difendere come va difeso il diritto al rispetto della propria figura professionale.

Il rispetto verso il professionista: un valore da conquistare, senza alcuna ombra di dubbio, ma anche da difendere e da richiedere, esattamente allo stesso modo in cui un professionista vi offre i suoi servizi con serietà, puntualità, professionalità.

La colpa del contrario, purtroppo, è spesso del professionista stesso, che non fa abbastanza – purtroppo – per chiedere ciò che è giusto, per mettere in chiaro, fin da subito, che si ha davanti una persona seria, affidabile, che da rispetto ma chiede rispetto, sopratutto nel rispetto delle regole e dei vincoli relativi ai servizi che vengono offerti. La mancanza di rispetto verso un professionista, l’offesa alla sua dignità e alla sua intelligenza, così come le mortificazioni sono, assolutamente, inaccettabili.

Ecco  perché deve essere lo stesso professionista, per primo, a chiarire la sua posizione, a chiarire le sue regole, e a farlo con assoluta limpidità: il cliente, a sua volta, fa una chiara scelta. Se quelle regole, se quella serie di norme che regolano il rapporto tra i due si confanno con le proprie aspettative, toccherà al cliente dare le stesse garanzie e la stessa serietà nel rapporto lavorativo, a cominciare alla puntualità nei pagamenti, nel rispetto verso chi si ha davanti, nel non voler mai ostacolare e travalicare il professionista stesso, e, cosa principale, nel mantenimento di un rapporto sereno tra i due.

In fondo, il mantenimento di quella assoluta e necessaria serenità nel rapporto lavorativo è necessario, ed il cliente dovrebbe volerlo per primo: un professionista sereno sarà maggiormente incentivato a fare di più e ad essere maggiormente produttivo rispetto ad uno che fa le cose di malavoglia, magari perché ipersfruttato, mortificato e per nulla valorizzato!

Insomma… Non vale davvero la pena di portare rispetto ad un professionista?

Scrivi un commento