Il suono dolce della sera

Il suono dolce della sera

Il suono dolce della sera: è tanto che non lo sento più, e mi dispiace di averlo perduto… E’ un suono melodioso, sereno, in equilibrio con l’ambiente…

C’è un suono che non sento più da tanto: è il suono dolce della sera.

E’ una particolare armonia fatta di pace, di relax, di equilibrio, di silenzio interiore in pare con il mondo che ti circonda, mentre cammini sotto un cielo trapunto di stelle che sembrano diamanti, e tutto intorno sembra quasi che il mondo si sia colorato di tanti pastelli accesi, di un bel blu zaffiro per il cielo, di tante luci arancioni per le luci sulle montagne, e di tante piccole lucine bianche per le auto in lontananza…

…E’ un peccato che adesso, da tanto, da troppo, io non riesca più a sentirlo: quando resti solo, quei colori si perdono, quel colore si affievolisce, si scolora, ingrigisce, si perde, va via, e resti soltanto a ricordarti le melodiose parole che un di sentisti alle tue orecchie, e non puoi non ricordare l’odore della sera, il fresco delle sere d’inverno, gli odori, le auto, le luci, la gente, la vita intorno, e tu pronto a viverla come si vive un sogno ad occhi aperti, una speranza da coltivare, un amore da condividere…

…Cosa è rimasto di tutto ciò? Sei rimasto tu, come un corpo mutilato di ogni sua parte, con un arto proteso verso il niente, verso lo spazio divenuto così immenso, a ricordare pomeriggi, estati, sole, lacrime divenute pietre sul viso, e intere ore ad aspettare nessuno, a piangere di nascosto sotto gli occhiali da sole, a vivere domeniche di vuoto e solitudine, camminando per le strade deserte, dove solo tu sentivi te stesso, e nulla c’era intorno se non le silenziose urla dei tuoi ricordi che ti graffiavano il cuore.

Quanta tristezza, adesso, quel canto che non c’è più…

Scrivi un commento