Il tempo passa ed io non me ne accorgo

Il tempo passa ed io non me ne accorgo

Il tempo passa ed io non me ne accorgo: eventi che si tramutano in altri eventi, sensazioni, giornate, stagioni, si susseguono quasi silenziosamente…

Il tempo passa ed io, quasi, non me ne rendo conto: passano il tempo, le giornate mutano il volto alle stagioni, la gente corre, va via, ritorna (quasi mai) e questo tempo mi lascia sospeso, indeciso su chi attendere, su cosa attendermi, su quale siano le giuste strade da seguire per vivere questo tempo nella maniera migliore possibile.

La routine di ogni giorno muta il tempo, e gli eventi accaduti mi sembrano realizzati ieri, o magari un mese fa, ed invece, ad un tratto, mi fermo e mi rendo conto che sono passati anni, ed io non so più comprendere cosa sia accaduto e come: osservo questa vita e vedo che scorre come il paesaggio dal finestrino di un treno, come tutte le giornate che si rincorrono, come il tempo, come la gente, come la vita in generale, che continua a stupirmi ma che mi lascia, sempre, con quel pizzico di irrealizzato che potrebbe vivere serenamente, ma che qualcosa tiene sempre nel sospeso, nel vuoto di un rimandare eterno, attendendo tempi migliori che, in realtà, non arrivano mai…

Mi sono illuso, forse, che il tempo facesse cambiare cervello e mentalità alle persone, ma alla fine non ha fatto altro che confermare tutti i miei dubbi tramutandoli in certezze, che, forse, non avrei mai voluto guardare in faccia: eppure, la vita non risparmia niente e nessuno, e non lo fa neppure questo tempo, forse ingrato, ma sempre sincero ed onesto, qualunque cosa accada.

E così ci lasciamo dietro il tempo e le persone, e tentiamo di capirci qualcosa, ma, in fondo, questo tempo parla da se, e, spesso, ci da soluzioni solo successivamente, quando lo ritiene opportuno, perché questo tempo, nonostante tutto, resta un vero mistero…

Scrivi un commento