Il Dottor House de noartri

In questi giorni è in onda sulle reti Mediaset e sulle reti digitali del gruppo Mediaset una simpatica pubblicità che vede protagonisti il simpatico Dottor House e Uma Thurman che si recano ad un provino per pubblicizzare le nuove frequenze di Mediaset sul Digitale Terrestre .
Questa simpatica pubblicità mi ha fatto pensare che per risolvere i problemi di questa Italia che , purtorppo , giorno dopo giorno corre verso lo scatafascio più totale , ci vorrebbe un "Dottor House de noartri" !
Il Dottor House ha sempre la risposta pronta , e per quanto possa essere pasticcione , e spesso vede in disaccordo i suoi collaboratori , riesce sempre a venire a capo della situazione , anche grazie al suo sarcasmo , talvolta anche tagliente se volete , ma riesce sempre a trovare una soluzione !
Chissà , forse se si mettesse d’impegno riuscirebbe a trovare una soluzione per la mondezza di Napoli , e riuscirebbe a far tornare un pò di "equilibrio economico" in Italia , visto che l’ISTAT ci disegna come un Paese sempre più povero , che non riesce ad arrivare a fine mese con 1900 Euro , e che se ha una spesa improvvisa entra nel panico !
Ah , caro House , ti chiedo un’altro favore : se ci riesci , potresti trovare la soluzione alle targhe alterne a Palermo che stanno creando tanti disagi alla popolazione ? Sai com’è : non è proprio carino doversi recare dall’altra parte della città ed accorgersi che oggi la tua targa non ti permette di camminare …

18 Commenti

  1. e se diventassimo noi dei dr house … almeno qlcn di noi… non sarebbe meglio? questa italia non unita in caduta verticale se non ce la ripigliamo rapidamente …. adios amigo…

    uf

    ciao

    d

    buon we

    v

    parola da dgt ‘ notte ‘

    appunto.. buio pesto

  2. Ciao Giombino! Ti prego non ti ci mettere anche tu, questo dottore è davvero come il prezzemolo e in ogni luogo tu ti giri lo incontri, io credo che se ci si mettono i blog a organizzare il traffico , faranno sicuramente meglio di lui e soprattutto gratis!
    Mandi (rubo da nenet)

  3. Ciao Dà, passo al volo per un aperitivino, un Sanbitter, c’est plue (ma se scrive così? boh)facile!!! Penso che il Dott. House ci vorrebbe qui a casa mia per il mio cervello ormai partito tra “Carmina”, bambini, e pulizie di casa che non sò dove mettermi le mani!!! Ma mi sà che per questo non basterebbe Harry Potter!!! BesosMandi Nenet

  4. Per evitare le targhe alterne (a Roma tutti i giovedì pomeriggio fino a fine marzo) basterebbe comprare tutti la Prius, auto dell’anno 2005, se ci fossero incentivi statali.
    Circa il precedente articolo, in romanesco “m’arimbarza” vuol dire che mi è indifferente.
    Ho rettificato l’articolo per evitare equivoci a tuo “discapito” su Shinystat. Non trovo molto comodo il tuo popup in apertura, contro gli splog se mi permetti umilmente ti segnalo il plugin “Digital Fingerprint” per WordPress che fa automaticamente ciò che potresti fare manualmente su Tiscali.

  5. errata corrige, lo trovo molto comodo come lo hai fatto. Ti sottovaluto… PS non mi hai detto nulla, quindi non vuoi che io rimuova i miei rarissimi copiaeincolla dal tuo blog? (in effetti è di altro, che dovresti prendertela con me :-)

  6. Ciao Danielgiomba, so che probabilmente tu la vedi diversamente da me rispetto al giudizio di oggi su Cuffaro. Tuttavia ti dico quello che è il mio pensiero: per me una regione in cui è permesso ad un onorevole condannato a 5 anni di galera (ed interdizione dai pubblici uffici) di continuare ad essere governatore, è una regione che non merita niente

  7. nel ZENZOOOO ke nn sanno piu cosa aggiungere. qndi le parole si ripetono.

    ce ne vorrebbero di nuove. inventale un po tuuu

    .)

    zempre io

    ps

    toh ‘nino’ non mi era mai capitato ! ahaa

  8. Mettere le targhe alterne è una inutile e stupida boiata che non risolve nulla e che anzi peggiora la situazione perchè, chi può, compra una seconda auto, possibilmente usata, con targa diversa. Questa pseudosoluzione, già sperimentata anni addietro, è stata abbandonata quasi ovunque perchè inutile e dannosa. Ma chi è, a Palermo, che fa queste belle pensate?

    Povera Italia!

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!