Il Giomba intervista i bloggers di Tiscali : intervista a Etain (1 Parte)


L?intervista di questa settimana è un mio personalissimo tributo ad una blogger che seguo fin dal principio , fin dai primi giorni in cui ho aperto il mio blog : nel suo blog si respira un?aria di favola e sogno , e invito chi ancora non conoscesse questo fantastico blog di visitarlo : la blogger di questa settimana è Etain , che ringrazio per aver accettato quest?intervista !
_____________

25/09/2005

Ciao Etain , e anzitutto grazie per aver accettato la mia intervista !
Ciao, Daniele! Ma che dici!? Sono io che devo ringraziare te per avermi pensata.

Iniziamo con la domanda ?di rito? : cosa ti ha spinto ad aprire un blog ?
Oddio, sa tanto di domanda a cui non si può che rispondere con la verità. Ecco, la verità è che il mio blog è nato per purissimo caso: un bel giorno mi sono messa a spulciare nella sezione Community di Tiscali e ho letto la parola ?blog?. Ne avevo già sentito parlare, ma non mi era ben chiaro cosa fosse. Ho cliccato a caso su qualche post della Home e poi su ?Crea il tuo blog? e?eccomi qui! Quindi, direi che il ?mix ignoranza-caso-curiosità-ignoranza? mi ha in effetti spinto ad aprire un blog!

Beh , cosa dire di te ? Sei di certo una tra le blogger alla quale sono più affezionato , in quanto mi conosci fin dal primo giorno in cui ho aperto il mio blog , e , sebbene negli ultimi tempi ci siamo persi un po? di vista , quest?intervista mi sembra il giusto riconoscimento nei tuoi confronti per avermi seguito fin dai primi post ! E allora , iniziamo proprio a parlare di te . Raccontaci chi sei , descrivendoti ai bloggers di Tiscali.
In effetti è vero che ci conosciamo dai tuoi esordi, ma negli ultimi tempi sono stata latitante. Vedrò di farmi perdonare? Di me ti posso dire che sono una fanciulla troppo cresciuta che non si rassegna al passare del tempo. Sono nata primogenita a Messina, la bellezza di 31 anni fa. Da 11 anni vivo a Roma, dove mi sono laureata in Psicologia 5 anni fa. Al momento sto concludendo la specializzazione in Psicologia clinica ? con mio sommo sollievo e disperazione -, e collaboro con un?associazione che sopravvive con i progetti scolastici, ma di vile dinero ne vedo davvero poco. Discorsi tristi a parte, sono fidanzata da 4 anni e da 1 convivo, ho una sorellina 14enne (ha 2 blog anche lei) e una cuginetta 17enne che adoro, una gattina di 2 anni che chiamo Lucy e un?infinità di sogni nel cassetto. Quali? I principali sono realizzarmi come psicologa e psicoterapeuta, pubblicare almeno un libro e?diventare mamma! Nota frivola: sono Bilancia ascendente Sagittario, Tigre per i cinesi, Sorbo per i Celti. ;) Sono stata esaustiva?

Parliamo di te e delle tue passioni : parlaci dei tuoi hobby , di cosa ti piace fare e di cosa proprio non vorresti fare !
E con questa domanda ha inizio una saga epico-cavalleresca. Cercherò di sintetizzare. Senz?altro ho molti hobby: adoro scrivere, principalmente poesie, ma anche racconti o stralci di diario, come sanno i poveri avventori del mio blog. Amo immergermi nei romanzi di Pennac e in tutti quelli con le trame un po? surreali. Mi piace Tolkien, ma confesso di non aver mai letto troppa letteratura fantasy perché mi piace spaziare tra i generi. Ho letto però molte saghe e leggende celtiche: mi piacciono le atmosfere fatate che si mescolano al mito e alla cultura di altri tempi. Un altro che amo profondamente è Umberto Eco, e negli ultimi anni mi sono avvicinata, per gradi però, a Stephen King. Mi piacciono molto anche i romanzi di ambientazione storica, come quelli della Chevalier, ad esempio. Colleziono i fumetti di Dylan Dog, Dampyr e Gea, e qualche sohjo manga, soprattutto quelli di Ryoko Ikeda e Ai Yazawa. Che altro? Ah, sì? adoro cantare, ballare e la musica in generale. Nell?ultimo hanno ho frequentato un sensualissimo corso di danza del ventre. E poi mi piace tanto viaggiare con il mio amore e scoprire posti sempre nuovi e culture diverse. Cosa non proprio mi piace fare? Le pulizie, stirare, guidare la macchina, fare le visite di cortesia, essere rimproverata, guardare reality show.

?Etain? : che bel nick … particolare ! Potresti dirci il perché di questo nick ? Sai , me lo sono domandato fin dal primo istante in cui ho letto il tuo blog :-)
Etain significa ?stagno?, inteso sia come elemento chimico che come ?polla d?acqua?. In francese lo si trova sulla tavola degli elementi, appunto, oltre ad essere il nome di una città, mentre nelle isole britanniche è un nome di persona femminile (lo specifico perché a volte capita che venga confuso con ?Ethan?, che è invece un nome maschile) e gli viene attribuito il secondo significato. Si dovrebbe leggere ?Eden?. È il nome di una principessa celtica di una famosa favola dal titolo ?Il corteggiamento di Etain?, in cui questa è costretta a subire una serie di trasformazioni: uno stagno, poi una mosca, per rinascere infine come fanciulla. Non so perché, ma mi ha sempre affascinato. Se siete interessati alla storia la potete leggere cliccando sul link del mio blog alla voce ?La doppia vita di Etain?.

A proposito di blog : come mai il tuo blog si chiama ?la musica dei boschi? ? Diciamo che è un nome particolare !
Ritorna il discorso sul ?mix ignoranza-caso-curiosità-ignoranza?. Ero lì, davanti a quella pagina web vuota, in dubbio su cosa farne e su quale fosse la sua funzione. Mi frullava per la testa questa frase, anche un po? sconclusionata, a dire il vero, e l?ho scritta. ?La Musica dei Boschi?. Mi dava l?idea di un?arcadia virtuale dove poter riposare le membra stanche. Poi ho trovato la frase di Gibran che ho usato per la descrizione e ho scoperto perché in questa mia mente caotica frullava quella frase. Spiega esattamente cosa intendo per blog: affido al web le mie parole, come farei al vento, e subito dopo mi auto-ammonisco per averle ?esibite? ad ignoti lettori (quasi voi foste alberi a cui il vento le sussurra). Una bella contraddizione. Sono parecchio contorta, eh?

Torniamo a parlare di te : quali sono tre oggetti alla quale proprio non puoi rinunciare?
I fumetti, il moleskine e il beauty-case.

E quali , invece , tre oggetti alla quale rinunceresti molto volentieri ?
Qui si fa più difficile. Uhm? il ferro da stiro (odio stirare), il forno a microonde ed il gel effetto bagnato.

Usa tre aggettivi per descrivere il tuo carattere , il tuo modo di agire e pensare
Distratta, fantasiosa, introspettiva.

… E tre aggettivi per descrivere la tua vita
Scoscesa, colorata, imprevedibile.

Parliamo di un bell?argomento : l?amore . Una ragazza così poetica come te , avrà di certo una bella definizione a proposito dell?amore ! Come descriveresti questa parola ?
E qui caschiamo male. Non ho alcuna definizione da dare. Non ci ho mai pensato. Credo che ognuno abbia una sua definizione, o molte definizioni, in base al momento che sta vivendo nella sua storia personale. Per me è un bel momento, devo ammetterlo, ma più da vivere, da sentire, che da descrivere. L?amore è uno stato di sospensione in cui tutto diventa possibile se hai accanto la persona che condivide con te questo stesso stato.

(Continua …)
Riferimenti: La seconda parte dell’intervista

2 Commenti

  1. Io voglio solo sapere chi si nasconde dietro “Etain”,mi fa pensare ad un siciliano speciale che ho conosciuto tempo fa e che ricordo sempre con tanto affetto.Scusami se non è così ma…perchè il mio dipinto “la Solitudine” non riesco a visualizzarlo? Cordiali saluti Lucietta o Lucia Visciglia. chi sei….

Scrivi un commento