Ingannare gli altri significa, soltanto, ingannare noi stessi!

Ingannare gli altri significa soltanto ingannare noi stessi

Ingannare gli altri significa, soltanto, ingannare noi stessi! E’ una regola che, in tanti, sembrano non aver ancora imparato del tutto…

Ingannare gli altri significa, soltanto, ingannare noi stessi! Non ci sono tanti giri di parole da usare, semplicemente perché chi tenta di ingannare chi sta intorno, inganna, anzitutto, se stesso, specialmente se pensa di essere ben più furbo degli altri, e dimentica che prima o poi le cose tornano sempre a galla, ed il tempo – da gran dottore qual’è – mette sempre la parola FINE ad ogni stupida maschera indossata, ad ogni stupido voler prendere in giro le persone, meglio ancora se con il condimento di una certa superiorità che, onestamente, rende solamente molto più ridicole queste persone che, già di per se, fanno ridere senza neppure accorgersene. Ed il grave è proprio questo!

Quando le persone pretendono di mostrarsi per quel che non sono, pretendono quasi che tutti caschino nella mascherata che portano avanti, nella parata di falsità da dimostrare, quasi a voler ostentare quelle sicurezze, quei “livelli superiori” raggiunti, quando la realtà – si sa – è totalmente e decisamente diversa, resta solamente una cosa da fare, e questa cosa è ridere di queste persone, ridere della loro stupida voglia di mettersi in mostra ad ogni costo, di dimostrare l’indimostrabile a qualsiasi costo, anche diventando ridicole oltremodo, anche cercando di accampare falsità su falsità, costruendosi una puntuale e precisa identità online, vero e proprio sinonimo della maschera sociale che, ormai, sono abituati ad indossare vita natural durante, perdendo la loro vera identità, perdendo ciò che loro stessi sono davvero e che le persone conoscono con grandissima perfezione, al contrario di quanto questa gente pretenda di dimostrare.

Allora, fate un favore anzitutto a voi stessi prima che agli altri: finitela. La vostra maschera è caduta da tanto e tanto tempo, e gli unici idioti a non essersene accorti siete proprio voi. Rifletteteci!

Scrivi un commento