Internet? Aumenta l'ipocondria!

Si chiama “Cybercondria” ed è l’ipocondria alimentata dal Web: scopriamola insieme.

Che Internet possa diventare pericoloso se usato male, è risaputo: che facesse aumentare l’ipocondria… Era immaginabile! Si chiama “Cybercondria”, ed è l’ipocondria scatenata dalla rete. Sul Web, infatti, ci sono migliaia di informazioni mediche che, se usate come “ricerca di una cura” finiscono con l’aumentare i sintomi che si hanno già. Le informazioni in rete, infatti, anche se possono essere giuste, non sono contestualizzate sul paziente, e questo comporta l’avvertimento di sintomi che, in realtà, non si hanno! Un semplice raffreddore, ad esempio, potrebbe tranquillamente diventare la peste se si cercano i sintomi sul Web in maniera “indiscriminata”!

Ecco perché è sempre meglio chiedere consiglio al proprio medico che, per quanto se ne possa dire, non verrà mai sostituito dalla rete: un dottore, infatti, può dirci cosa c’è che non va sulla base dei nostri sintomi. Chi non è “addetto ai lavori” e cerca i sintomi in rete, si ritrova addosso una “mole indiscriminata” di informazioni il più delle volte giuste, ma non adatte a ciò che si avverte!

La prossima volta che avvertite un dolore, quindi… Evitate di prendere in mano il mouse! :mrgreen:

Scrivi un commento