Italia, ADSL: il Sud più veloce del Nord

In Italia il “Digital Divide” impera: eppure, l’ADSL al Sud viaggia più “veloce” che al Nord. Sempre che di “velocità” si possa parlare: scopriamo perché.

Diciamolo chiaramente: non c’è nulla di cui vantarsi o “gasarsi”. In Italia la connessione ad Internet è penosa, ed è già un complimento, specie se consideriamo che ci sono zone in cui non solo non si naviga, ma non arriva neppure il telefono o il cellulare. E questo, nel 2013, è totalmente inconcepibile.

Tuttavia, per quei fortunati che hanno accesso al Web, la velocità di navigazione è, a dir poco, “disastrosa”: stando ad una recente ricerca, il Sud naviga più veloce del Nord con una media, nientepopodimeno che di quasi 6 MB/S. Una velocità irrisoria, che farebbe ridere qualsiasi internauta tedesco, americano o giapponese. Eppure, se si arriva ai 6 MB di media è già un miracolo e, addirittura, ci si “gasa” per la velocità ottenuta quando, sostanzialmente, c’è solo da vergognarsi. Tra le regioni in cui si naviga meglio, Campania, Sardegna e Sicilia, con circa 5,5 MB/S di media. Nelle retrovie, Veneto e Abruzzo con circa 4,4 MB/S di media. A livello provinciale, invece, le cose sembrano essere leggermente diverse, con Firenze capolista con 10,5 Mb/S di media. Tra le peggiori città in tema di velocità di connessione Verona, con 3,8 MB/S di media.

Fa quasi tristezza, a pensarci bene, vedere come ci siamo ridotti: ci sentiamo realizzati se la connessione riesce ad agganciare 7 Mega, quando in altre parti del mondo le connessioni a 100 MB/S e in Fibra Ottica sono la consuetudine. E’ proprio questo modo di ragionare che va cambiato: finché si ragionerà in questo modo, non possiamo lamentarci se siamo la vergogna d’Europa in tema di “Digital Divide”. E, purtroppo, non soltanto per quello…

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!