Italia, mamme sempre più avanti con l'età

Mamme italiane sempre più anziane e parti sempre più a rischio: è quanto emerge da una recente indagine del Ministero della Salute. I dettagli.

Sono sempre più avanti con l’età le mamme italiane, che, ovviamente, partoriscono sempre più spesso in regime di gravidanza a rischio, e, purtroppo, partoriscono sempre meno tramite parto naturale e sempre più tramite cesareo, nel 40% dei casi, sottoponendosi a troppe (ed inutili) ecografie. E’ quanto emerge dal Rapporto annuale sull’evento nascita, realizzato dal Ministero della Salute.

Dai dati emerge che cala sempre di più il numero medio di figli per donna, sceso ad 1,39: a fare più figli sono le mamme di Trento e Bolzano, mentre si fanno meno figli in Sardegna, Basilicata e Molise. Si diventa madre, in media, a 33 anni, e si ricorre, sempre più spesso, al parto cesareo in quasi 40 casi su 100, con percentuale che sale al 59% in Campania. Si partorisce, inoltre, sempre di meno nelle strutture pubbliche, preferendo le cliniche private, ma, sopratutto, si effettuano troppe ecografie non necessarie, in media cinque nei nove mesi di gravidanza, quando il numero raccomandato è di tre, sebbene alcune madri, specialmente sotto i vent’anni, si controllino troppo poco.

Insomma: numeri non certo positivi per il nostro Paese, che sembra andare incontro ad un generale “invecchiamento” della popolazione. Non si può certo dire che l’Italia non sia “un paese per vecchi”!

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU INSTAGRAM: Scopri i reel, le dirette e tantissimi contenuti esclusivi! CLICCA QUI!