L'ignobile gesto della violenza su un bambino

Ci sono volte in cui le parole stesse non bastano ad esprimere il concetto di vergogna e tristezza che certi eventi fanno scaturire.

I telegiornali ci riempiono giornalmente, o quasi, di notizie simili: ne abbiamo avuto conferma giusto qualche mese fa, con la triste cronaca dell’asilo ribattezzato “lager” di Pistoia, in cui due insegnanti hanno perpetrato continue violenze verso delle anime indifese ed innocenti.
Sia chiaro: con questo post nessuno vuole entrare nel caso specifico di Pistoia.
No, l’intento è diverso: in senso lato, mi viene da domandarmi come si possa avere il coraggio di dare violenza ad un bambino di pochi mesi, di un solo anno, indifeso, colpevole solo di piangere, colpevole solo di fare il bambino.
Resto sgomento sentendo le testimonianze dei genitori che hanno affidato i loro bambini a quell’asilo ma, più in generale, resto senza parole nel vedere le lacrime dei genitori dei bambini maltrattati a loro insaputa, anche in altre tristi occasioni di cui la cronaca ci ha dato notizia.
Non riesco ad immaginare nemmeno per un solo istante come possa sentirsi un genitore, e nemmeno cosa possa accadere nella mente di queste persone con un sasso al posto del cuore: per me è violenza anche un solo schiaffo ad un bambino, “educativo” o no.
Qualcuno dice che “uno scappellotto, uno schiaffo, alle volte fanno bene“: sarò esagerato, ma per me è violenza anche il gesto stesso dello schiaffo, e la violenza non è mai educativa.
Siamo stati dotati di una voce per poter parlare e far capire ai bambini quando sbagliano.
Ma non voglio dilungarmi in questo senso, perchè probabilmente andrei fuori tema rispetto all’argomento trattato: qui si parla di vera violenza su dei bambini. Dei bambini signori, che non hanno nessuna colpa.

Mi sono domandato a lungo se pubblicare o no il video che segue: sono giunto alla conclusione, però, che, forse, le menti di molti si chiariranno una volta per tutte guardando le immagini che seguono.
Sottolineo che il video è tratto da Youtube, a sua volta tratto da “Domenica Cinque”, il programma della domenica pomeriggio di Barbara D’Urso, su Canale 5: le immagini sono andate in onda alle 15 della domenica pomeriggio, quindi sono comunque visualizzabili.

Tuttavia, mi preme sottolineare che le immagini che seguiranno sono molto forti, quindi se non ve la sentite, passate direttamente oltre: a chi, invece, troverà il coraggio di guardarle, la raccomandazione di ricordarsi sempre che i bambini sono il nostro futuro. La violenza che un’adulto da ad un bambino rovina per sempre la sua vita, facendolo diventare violento a sua volta.

Pensiamoci.

6 Commenti

  1. sono del tuo parere,anche se le immagini non ci sono si possono immaginare,che tristezza per quei poveri genitori costretti a lasciare i bimbi per lavorare in mani che credevano sicure e poi ritrovarli in quelle condizioni…Ida

  2. Condivido il tuo pensiero… resto inorridita a sentir notizie di violenze, di qualsiasi genere, rivolte ad anziane, coetanei, animali… ma ne resto ancora di più quando sento le notizie che parlano di bambini e la mia anima si riempie di tristezza mentre continuo a ripermi: come si può fare, o anche solo pensare di fare, una cosa del genere?

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!