L'uomo che donava la vita alle bambole

Nel silenzio di viti e molle , come un dottore intento ad operare , l’uomo che donava la vita alle bambole riusciva a far parlare di nuovo quei giocattoli , quelle bamboline di spugna che nascondevano intricati circuiti stampati , fili rossi e blu .
Guardava con una lente d’ingrandimento dentro i meccanismi elettronici , mentre le sue mani così abili riuscivano ad esplorare quel corpo fatto di plastica .
I suoi strumenti erano tutti schierati accanto a lui , come bisturi di precisione : saldava un filo che si era tolto , poi ne richiudeva il vestito , ed era come se donasse ancora la vita a quelle bambole , come se regalasse loro una nuova vita , come se d’un tratto quei movimenti destassero nuove emozioni in quel corpo freddo e robotico . I meccanismi si muovevano ancora , gli occhi s’aprivano di nuovo , e dalle spalle meccaniche s’udiva ancora il cigolio dei meccanismi oleati che tornavano a muoversi dopo tanto tempo .
Un piccolo popolo tornato a nuova vita dalle sue stesse mani , che avevano il dono di riparare , con movimenti precisi e millimetrici , e forse di donare un sorriso ad un bambino , ed al suo viso rigato dalle lacrime guardando il corpo di una bambola che non si muoveva più . Ma lui no , lui riusciva a dar loro una nuova vita , e a regalare un sorriso in più sul viso .
E le bambole , i giocattoli , gli orsacchiotti che si muovevano di nuovo sembravano dirgli "grazie" , come lacrime d’emozione per chi non ha più parole , e che magicamente torna a sorridere . E forse non potevano parlare , ma un sorriso era già una grande soddisfazione …

 

22 Commenti

  1. Beh, caro Dani, non c’è che dire!!! Il post è bellissimo, mi ha fatto tornare alla mente un’immagine di quando ero piccolissima e abitavo con i miei a casa di mia nonna e in più c’era pure qualche mio zio non ancora sposato (nu carrajo, come si dice qui in SArdegna [un “casino”]) a Centocelle, noto quartiere romano. Beh, in una stradina del quartiere c’era un negozio con tante bambole appese fuori e dentro che quasi non si vedevano più le pareti. Lì c’era un omino che riparava le bambole e per mè era un luogo magico ….
    Poi vorrei dire due parole sul video. Mmmhh…., direi molto “artistico ed evocativo” e la canzone bellissima!!!
    Bravo Dani, un aspetto romantico-conturbante-erotico che ancora non conoscevo!!!!!
    Per violacolor:
    Soj nasude a Rome ma il miò sanc al è furlan. Undis ains fà da Rome o aj varcât il mâr par cjatà ca in Sardegne, amör e lavör. Une busade e Mandi mandi
    traduco per chi non comprende la lingua friulana:
    Sono nata a Roma ma il mio sangue è sangue friulano. Undici anni fà ho v arcato il mare per trovare qui in Sardegna amore e lavoro. Un bacio e Mandi mandi
    Ciao Dani e buona giornata!!!!!

  2. Guarda , dopo che hai scritto “Forza Roma” col cavolo che ti leggo l’articolo :-D

    Capisco che il Palermo è migliore , e non venirmi a dire che è in discesa in quanto ha sempre dimostrato di sapersi rialzare e lottare , quindi FORZA ROSANERO ORA E SEMPRE E IL BAR GIOMBA FA IL TIFO PER VOI , giusto per chiarire …

    Il Cagliari pèoi è a un passo dalla serie B , ghghghgh , quindi :-D

  3. no perché, sai, dopo il tuo commento su Roma-Inter 1-4 mi aspettavo anche un commento su Inter-Parma 3-2… e perché no, anche su Roma-Inter 6-2 :-) la parola antispam di questo commento è “punga”

  4. Beh diciamo che simpatizzo per il Cagliari che in questo momento ha bisogno di un sostegno, e che anche per l’Udinese ho una gran simpatia però…… er core è giallorosso!!! Rosso come il sangue e giallo come il sole, anche se non seguo moltissimo il calcio!!!
    Per violacolor:
    Me mari je di Pagnà e miò pari alè nasût a Rome ma i soi jerin di Gerà (Remanzâs) e Cosean!!! E tu di dulà setu?
    Mandi Nenet

  5. scusa d se t rubo qlc cm di spazio.. :P

    rispondo a nenet

    jo no soi furlane ma par 8 ans soi stade a san denel .) ce biel al friul. a mi manca tant.

    ciao nenet furlanineee

    v

    .

    ps

    d: la parola è FUSI…. kissa perkeeeeeeeeee .)

  6. ciao d

    io e la signora mandimandi ci siamo trovate.. via blog.. anke grazie a te.

    se nn cambio idea sul blog visto ke ho un sito mi rifai il trucco anke a me ? :P

    notte e grazie per il ‘collegamento’ con la signora mandimandi .)

  7. Buine gnot Vilacolor e anche a voi tutti avventori del bar, ma una buona notte particolare a Daniele, come sempre carinissimo!!! Mandi mandi!!!
    Nenet
    ps: parola da dgt “SNELLA” che sia un segno del destino e torno magra e leggiadra come anni fa? Magara!!!

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!