La colpa agli altri per evitare di darla a noi stessi

La colpa agli altri per evitare di darla a noi stessi

La colpa agli altri per evitare di darla a noi stessi: un meccanismo talmente squallido e sporco da far venire, davvero, il voltastomaco…

La colpa agli altri per evitare di darla a noi stessi: questo è il gioco sporco e subdolo che certa gente mette in atto per evitare di sporcare se stessa, evitando, quindi, di ammettere le proprie colpe, e, conseguentemente, scaricandole sugli altri.

In fondo, che ci vuole: è molto più semplice dire che la colpa è degli altri, che sono gli altri ad essere brutti sporchi e cattivi, insensibili e senza cuore, quando, probabilmente, è vero l’esatto opposto. In questo caso, spesso, ci si ritrova con colpe addosso che non solo non abbiamo, ma che neppure meritiamo: scatta quel deleterio gioco al massacro chiamato “sensi di colpa”, che ci fanno star male. Almeno finché non ci rendiamo conto che il nostro star male fa esattamente parte di quella “trappola” ben ingegnata da costoro: dare a noi le colpe che appartengono al loro essere, allontanando, così, quella che potrebbe essere una forma di autocritica ed automiglioramento, e, contemporaneamente, uscendo vergini dal confronto con gli altri e dalle proprie responsabilità.

E’ una dinamica che mi è spesso capitata di analizzare ed osservare, e tutte le volte che veniva messa in atto vedeva un copione sempre uguale, fatto da una parte a cui venivano addossate colpe assurde e neppure esistenti a dispetto dell’altra parte, serena e fresca come una rosa, quando, in realtà, di essere freschi e sereni doveva, realmente, avere ben poco.

Insomma, bisogna sempre riflettere: prima di addossarsi colpe che, nella stragrande maggioranza dei casi, neppure abbiamo, cerchiamo di riflettere: scopriremo molto spesso, infatti, che non solo non abbiamo colpe, o ne abbiamo in equa parte, ma abbiamo avuto a che fare con persone decisamente esecrabili. Per non usare termini decisamente più opportuni e meno delicati…

Scrivi un commento